Dybala fedele alla Juve: "No Barcellona". Disse: "20 anni qui come Del Piero"

05 ottobre 2016 ore 10:27, Andrea De Angelis
Che la Juventus non lo lascerà andare è scritto nei numeri. Iniziamo dai milioni spesi per portarlo a Torino. Venti milioni di euro per Morata. Fino all'anno scorso era stato questo l'acquisto più costoso dell'era Agnelli. Record ampiamente superato dall'acquisto del ventiduenne, su cui Marotta aveva da tempo messo gli occhi superando la spietata concorrenza di Milan e Roma, oltre che dello stesso Real Madrid. Le cifre? 28 milioni di euro più 4 milioni in giovani giocatori e altri 8 di bonus. Un affare dunque da circa 40 milioni. La storia dirà che Higuain doppierà poi tale primato. Ma la sostanza non cambia.

C'è poi il fattore età. Difficile infatti trovare in giro un giocatore di soli 23 anni in grado di essere così decisivo. Un elemento questo che più di ogni altro porterà la società a rifiutare qualsiasi offerta. Il valore del cartellino potrà infatti solo aumentare e non sbagliava Zamparini quando lo scorso anno sottolineava, di settimana in settimana, questo punto cruciale. 
Infine gli addii recenti in casa Juve. Sono stati ben quattro negli ultimi 15 mesi, campioni del calibro di Pirlo, Vidal, Tevez e Pogba. Che gli Agnelli concedano la cinquina appare altamente improbabile. 
Dybala in un'intervista a Tuttosport dello scorso maggio parlò della vittoria dello scudetto al suo primo anno in bianconero, di Argentina e anche di mercato: "Da quando sono arrivato in Italia mi sono reso conto che la Juventus non era una squadra come le altre, non esiste una squadra così forte e con uno stadio capace di incutere così timore. Non mi sono mai pentito nemmeno per un attimo della mia scelta, nemmeno quando eravamo lontani dall'Inter perchè avevo la consapevolezza di essere arrivato in una delle squadre più forti del mondo. La Juve di quest'anno mi ha ricordato l’Italia del 2006, che aveva iniziato male il Mondiale, sembrava a un passo dall’uscire e poi lo ha vinto". 

Dybala fedele alla Juve: 'No Barcellona'. Disse: '20 anni qui come Del Piero'
Dybala parlò già allora così del suo futuro e della sua carriera che verrà: "Se riesco a immaginarla come quella di Del Piero o Buffon? Veramente sì. La loro storia mi affascina: venti anni con la stessa maglia diventi un monumento. Sono promesse che non si possono fare perché logicamente non dipende solo da me, ma sarebbe davvero bello per me ripetere quelle carriere, vincere quello che hanno vinto loro rimanendo sempre qui alla Juventus"
Ora in ritiro con la nazionale argentina, il 21 bianconero svela che è ad un passo dal rinnovo di contratto: "I rumors di mercato sul Barcellona non hanno senso, sia perché il mercato è chiuso sia perché sono vicino al rinnovo con la Juve". "Essere titolare nella Juventus mi ha fatto crescere molto, è per questo che sono qui. Quello che mi chiedono alla Juve è più o meno lo stesso di quel che mi chiede la Nazionale. Cambia solo il sistema di gioco, quest’anno per me con Higuain è anche più facile perché si porta via molti giocatori, ragion per cui io ho più spazio", ha aggiunto il campioncino di Allegri. 
Con Messi, dunque, in Nazionale. Ma non al Barcellona. Di questo Paolino (così lo chiamava Iachini a Palermo) sembra sicuro. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]