La Lega vince la sua scommessa: stop a nuove sale da gioco. E Maroni "azzarda"...

05 settembre 2013 ore 16:26, intelligo
  di Andrea De Angelis A forza di scommettere sulla caduta del governo Letta, c'è il rischio che l'esecutivo inciampi rovinosamente proprio sul gioco d'azzardo. Al Senato è infatti stato battuto su un ordinario del giorno unitario dei diversi gruppi parlamentari, arrivato insieme a una mozione della Lega, che blocca per dodici mesi l'apertura di nuove sale da gioco sul territorio nazionale. La maggioranza aveva espresso parere contrario, ma al momento della votazione i numeri hanno portato al risultato opposto. Il Sottosegretario Giorgetti, in seguito all'accaduto, ha dichiarato che rimetterà la delega sui giochi, spiegando che il voto porterà all'erario un danno quantificabile in circa 6 miliardi di euro. Una cifra superiore a quella dell'Imu. Secondo i leghisti a prevalere è stato l'interesse dei cittadini rispetto a quello delle  lobby, ed è di poco fa un tweet del governatore della Lombardia, Roberto Maroni, a sottolineare le tanto possibili quanto auspicate conseguenze di questa votazione...
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]