Alibaba e le meraviglie agroalimentari Made in Italy: "Accordo contro i falsi"

05 settembre 2016 ore 8:26, Andrea De Angelis
Il Made in Italy, si sa nello Stivale e in ogni angolo del pianeta, è un'eccellenza in tutto il mondo. Sinonimo di qualità e originalità, una garanzia insomma. Tanto nel campo della moda quanto in quello dell'enogastronomia. E, ovviamente, in molti altri settori. Insomma, un qualcosa non solo da promuovere, ma da difendere con le unghie e con i denti. 

In quest'ultima direzione va l'intesa ratificata tra il premier italiano, Matteo Renzi, e il patron del gigante cinese dell'ecommerce Alibaba, Jack Ma,  per promuovere le eccellenze del cibo italiano combattendo i falsi. La collaborazione punta a sostenere l'export italiano e il Made in Italy, a cominciare proprio da uno dei suoi settori fondamentali: l'agroalimentare.
"Gli accordi con Alibaba - ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina - rappresentano un punto concreto della nostra strategia di sostegno al Made in Italy agroalimentare nel mondo, che sfrutta anche formule innovative per tutelare e promuovere i prodotti di qualità. Siamo riusciti a garantire ai nostri marchi geografici un livello molto alto di protezione sulla piattaforma cinese. Un risultato fondamentale che, in sede di WTO, inseguiamo da decenni e che invece sul web siamo riusciti a costruire in pochi mesi e con risultati eccezionali". Sulla stessa lunghezza d'onda anche Matteo Renzi, che ha definito Jack Ma un "innovatore straordinario". 

Alibaba e le meraviglie agroalimentari Made in Italy: 'Accordo contro i falsi'
L'Italia in questo modo diventa l'unico Paese al mondo ottenere per i prodotti Dop e Igp la stessa tutela che hanno i brand commerciali sulla piattaforma cinese. Un risultato dunque unico nel suo genere e che può creare un felice precedente anche per quanto riguarda altre realtà del commercio del XXI secolo.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]