Prostituta nigeriana pestata a sangue: non ha pagato il pizzo per occupare suolo

05 settembre 2016 ore 11:38, Americo Mascarucci
Non paghi il pizzo, allora perdi il diritto a prostituirti su strada e in più prendi pure le botte.
E' davvero assurda la storia di degrado che arriva da Cagliari e che ha per protagonista una prostituta nigeriana pestata a sangue da una gang di connazionali dedita allo sfruttamento della prostituzione.
A stupire il fatto che al pestaggio abbiano partecipato altre prostitute che si sono scagliate con violenza contro la malcapitata aiutando lo sfruttatore che voleva spillarle i soldi.
La donna è stata infatti aggredita da quattro prostitute e da un protettore, tutti nigeriani come lei, perché si era rifiutata di pagare "la tassa" del suolo pubblico per poter battere su quel tratto di marciapiede in via Dolcetta a Cagliari. 
In cinque si sono scagliati contro di lei dopo che la donna si è rifiutata di versare un solo centesimo. 
Dalle minacce alle botte, con calci e pugni al viso, un pestaggio punitivo che sarebbe potuto anche finire nel peggiore dei modi se la Polizia non fosse giunta in tempo sul posto, soccorrendo la prostituita e affidandola alle cure dei sanitari
Poi come se ciò non bastasse gli aggressori le hanno pure rubato il cellulare.

Prostituta nigeriana pestata a sangue: non ha pagato il pizzo per occupare suolo
Provvidenziale una chiamata al 113, che ha permesso l'arrivo sul posto posto di due equipaggi della squadra volante.
La vittima, in lacrime, ha raccontato quanto era successo.
Sono state quindi arrestate due delle prostitute che hanno partecipato al pestaggio.
Si tratta di una 21enne e una 23enne, per entrambe si sono aperte le porte del carcere.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]