Germania, Borghezio (LN): “La Brexit ha aperto una voragine, vi dico cosa succederà ora”

05 settembre 2016 ore 13:13, Andrea Barcariol
Mario Borghezio, europarlamentare della Lega Nord, intervistato da IntelligoNews, parla del successo di Afd alle elezioni in Meclemburgo dove ha superato la Cdu della cancelliera Angela Merkel (20,8% vs 19%). 

Come spiega questo boom di Alternative für deutschland, guidata da Frauke Petry?

«E' stato premiato il coraggio di questa formazione politica nuova, giovane, con la quale siamo alleati in Europa. Hanno interpretato in maniera chiara e netta la totale opposizione del popolo tedesco a una politica superficiale e dissennata di accoglienza, con accordi con la Turchia e accettazione del diktat dell'Ue delle porte aperte verso migliaia di clandestini o profughi. La Merkel è stata sconfitta sul proprio territorio, ora dovrà fare i conti con l'opposizione interna nel suo partito, ad esempio c'è la componente bavarese che da tempo contesta queste posizioni. Per noi è un segnale importante che si aggiunge a tanti altri che ne arrivano dall'Europa».

Perché in tanti Paesi Europei questo tipo di politica raccoglie più successo rispetto a quanto accade in Italia, ad esempio con la Lega?

«Noi scontiamo il fatto che i poteri forti, soprattutto quelli che controllano l'informazione, sono asserviti ai diktat dell'Ue. Questa è l'ennesima dimostrazione che quando si concede ai popoli la possibilità di esprimersi sull'immigrazione hanno idee molto più chiare dei leader politici».

Germania, Borghezio (LN): “La Brexit ha aperto una voragine, vi dico cosa succederà ora”
AfD ha vinto solo per la politica anti-migranti? 

«La Brexit ha spalancato una voragine di consensi ai movimenti come la Lega che, per anni, hanno combattuto in maniera isolata questa battaglia coraggiosa contro tutta la politica dell'Ue, a cominciare da quella economica-monetaria».

Salvini non parteciperà al tradizionale appuntamento a Cernobbio che ha paragonato “all’ultimo concerto del Titanic”. Ci spiega questa posizione? 

«Ha fatto molto bene perché sono passerelle rituali, che non si addicono al leader di una forza di cambiamento. Salvini si occupa dei problemi concreti del Paese, i bla bla di questi signori non hanno credibilità, per non parlare delle grandissime responsabilità dei poteri forti finanziari che continuano a difendere lo status quo e il superpotere della finanza. E' un po' la passerella e il festival dei servi del potere finanziario».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]