Campania, sesso da "duri" ma pene si frattura: rischio amputazione per 23enne

06 agosto 2015, Marta Moriconi
Campania, sesso da 'duri' ma pene si frattura: rischio amputazione per 23enne
Sesso da duro, ma non così tanto. O meglio.
Quando la passione è sfrenata e per di più in spiaggia, la velocità può giocare brutti scherzi.

Infatti parliamo di un'erezione record, ma con un finale a "pezzetti". Un ragazzo di Solofra sta rischiando l'amputazione del pene dopo una notte di sesso sulla litoranea di Salerno. 

E' AvellinoToday a raccontare i dettagli di questa storia hot. 

Parla di un ricovero ieri mattina d’urgenza alla clinica Malzoni per un intervento di disostruzione delle vene del pene. 

Colpa di un'erezione di quasi 48 ore e di una movimento sbagliato che gli ha fatto rischiare la cancrena dell'organo.

,Ci avrebbe pensato l'equipe dell’androurologo Stefano Pecoraro, a rimediare al danno.

Cosa non si fa per far felice la propria lei, in spiaggia, e con un prolungato rapporto sessuale.

Ma forse non tutti conoscono la cosiddetta "sindrome del chiodo rotto" che provoca danni alle fasce diastoiche che si lacerano in profondità dopo un'erezione prolungata.

Per non parlare di cosa succede all’uretra. Per fortuna non ha lasciato che il dolore proseguisse. Ma avrebbe chiesto subito i soccorsi, che hanno subito preparato la camera operatoria.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]