Preso l'uomo che ha ucciso moglie e sei figli: era barricato dalla suocera

06 agosto 2015, intelligo
Aveva ucciso la moglie incinta, la donna che gli aveva donato sei figli. E poi aveva ucciso anche loro, uno ad uno. Senza togliersi la vita, ma fuggendo. 

Preso l'uomo che ha ucciso moglie e sei figli: era barricato dalla suocera
I poliziotti sono riusciti a fermarlo mentre era in fuga, ferendolo lievemente. 

Ci troviamo in Russia. L'autore della strage familiare che ha sconvolto il Paese è un cinquantenne che sembra soffrire di schizofrenia oltre ad avere avuto di recente seri problemi di salute. 

L'omicidio plurimo è stato compiuto a Nizhni Novogorod città nella quale la polizia ha fatto irruzione nella casa dove viveva Belov ed ha trovato il corpo della moglie, che era in attesa da cinque mesi, e i sei figli.

Gli investigatori russi stanno cercando di comprendere cosa abbia scatenato la follia omicida di Belov che, in realtà, sembra aver agito lucidamente. Organizzando la strage nei minimi dettagli. 

Belov aveva infatti avvisato gli insegnanti dei figli, tutti di età inferiore ai 7 anni, che la sua famiglia era in partenza per una vacanza. La moglie aveva intuito le intenzioni del marito e il giorno del massacro avrebbe chiesto aiuto, cercando inutilmente di mettersi in salvo insieme ai figli.

Dopo la strage, avvenuta presumibilmente lo scorso 26 luglio, l'uomo si è rifugiato per qualche giorno nella casa di campagna della suocera la quale, minacciata, ha comunque denunciato quanto accaduto (ma non è chiaro se sapesse l'esatta dinamica degli eventi) alla polizia. 

Da qui l'intervento che ha portato all'arresto dell'omicida. 

Seguici su Facebook e Twitter
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]