Lotta al cancro del polmone al gene oncogeno: scoperta made in Italy

06 agosto 2016 ore 15:08, Andrea Barcariol
Un passo avanti nella lotta contro il tumore al polmone, uno dei più diffusi. L'équipe internazionale guidata da Elena Levantini, ricercatrice dell'Istituto di tecnologie biomediche del Consiglio nazionale delle ricerche (Itb-Cnr) di Pisa, ha dimostrato il ruolo chiave di un oncogene, un gene che potenzialmente indirizza la cellula verso lo sviluppo di una neoplasia, nell'insorgenza del tumore del polmone. ''Grazie a questo studio abbiamo scoperto il ruolo chiave di un oncogene (Bmi1) nello sviluppo e nel mantenimento di una larga percentuale di tumori polmonari - spiega Levantini -. Si tratta di un passo importante per produrre nuovi farmaci diretti contro tale bersaglio molecolare. Attualmente la maggior parte dei pazienti riceve trattamenti chemioterapici generalizzati che, come noto, non colpiscono in modo mirato la molecola specifica coinvolta nel processo tumorale".
La scoperta apre nuove prospettive di cura anche per altre neoplasie della pelle, seno, colon, intestino e cervello. I risultati sono pubblicati su Science Translational Medicine. Lo studio ha coinvolto anche il Cancer Science Institute di Singapore.

Lotta al cancro del polmone al gene oncogeno: scoperta made in Italy
La seconda fase dello studio ha riguardato la messa a punto di un nuovo farmaco contro Bmi1: ''Abbiamo sperimentato una sostanza che inibisse l'attività di tale oncogene, dimostrandone l'effetto antitumorale. Attualmente il farmaco è in sperimentazione presso il Dana Farber Harvard Cancer Center. I dati che emergeranno potranno avere importanti ricadute nella clinica''.
L’incidenza e la mortalità per il  tumore del polmone stimate in Italia nel periodo 1970- 2015 mostrano andamenti differenti tra uomini e donne: in forte riduzione dall’inizio degli anni novanta per i primi ed in costante aumento per le seconde. In Italia si stimano, per il  2014, 92 nuovi casi di tumore del polmone ogni 100mila uomini e 35 nuovi casi ogni 100.000 donne.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]