Un calcio(scommesse) a Conte: perché il pm ha chiesto sei mesi?

06 aprile 2016 ore 12:19, Micaela Del Monte
Antonio Conte è il nuovo allenatore del Chelsea ormai da 48 ore, nonostante il tecnico debba ancora guidare gli azzurri all'Europeo di Francia il suo futuro è già scritto. Ancora non è detta l'ultima parola però per quanto riguarda la sua condanna riguardo all'inchiesta Calcioscommesse.

La Procura di Cremona ha infatti chiesto 6 mesi, con la sospensione condizionale della pena. Conte sarebbe infatti accusato di frode sportiva per un solo episodio in relazione ad Albinoleffe-Siena del 2011. La frode sportiva (al Ct sarà applicata la vecchia normativa) prevedeva una pena dai 3 mesi ai 2 anni. Il rito abbreviato consentirebbe uno sconto di un terzo della pena in caso di condanna ma i legali di Conte hanno sempre ritenuto di poter dimostrare l'estraneità di Conte alle accuse. 

Un calcio(scommesse) a Conte: perché il pm ha chiesto sei mesi?
Per il procuratore di Cremona, Roberto di Martino, il quale ha sottolineato che, comunque, nell’ambiente del Siena il fenomeno delle scommesse truccate era ben presente, nell’ipotesi più benevola, invece, Conte sarebbe venuto meno a quell’obbligo, sancito in un accordo tra allenatori e Figc, in base al quale un tecnico dovrebbe avere una funzione di garanzia, impedendo che i propri giocatori commettano illeciti. Per questo, il Ct, fresco di contratto multimilionario con i "Blues", al termine del processo con rito abbreviato, che prevede lo sconto fino a un terzo della pena, deve essere condannato a sei mesi, con la sospensione condizionale, e a 8mila euro di multa per frode sportiva.

I legali di Conte, Francesco Arata e Leonardo Cammara, sono pronti a dare battaglia a cominciare dalla prossima udienza, l’11 aprile: “Contesteremo tutto, nella ricostruzione dei fatti e anche in diritto, dimostrando l’estraneità di Conte”. La richiesta di condanna? “Certo non una sorpresa”. A metà maggio la sentenza del gup Beluzzi per Conte e gli altri e l’ordinanza sugli eventuali rinvii a giudizio.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]