Sanità, i 5Stelle "portano a casa" la guardia pediatrica permanente

06 aprile 2016 ore 13:13, Americo Mascarucci
Il consiglio regionale ligure ha votato all'unanimità un ordine del giorno, presentato da Fabio Tosi del MoVimento 5 Stelle, che sollecita le Asl della Liguria a garantire un presidio medico per i bambini anche nelle ore e nei giorni ad oggi scoperti dal servizio. 
"Alla base dell'Ordine del giorno - spiega il consigliere Tosi - c'è la volontà di offrire un servizio turistico alla nostra Regione, permettendo  alle famiglie con bimbi piccoli di evitare l'ospedale in caso di malanni durante le feste o nei weekend". 
Il consigliere 5Stelle mette anche in evidenza i vantaggi economici:
"Si tratta di un risparmio sostanziale di costi complessivi, offrendo un nuovo servizio - dice Tosi - i dati che abbiamo raccolto indicano che nel triennio 2012-2014, in Liguria, gli accessi nei pronto soccorso pediatrici sono stati 288.178, e l'80% di questi consiste in codici bianchi o verdi. Si tratta di richieste durante periodi di massimo picco influenzale o di periodi di grande diffusione delle allergie. Potrebbero essere evitati, se esistesse un servizio di guardia medica pediatrica". 

"Parallelamente – spiega Tosi – abbiamo chiesto alle Asl di attivare conseguenti progetti formativi sulla clinica, sulla terapia e sui percorsi assistenziali legati alla fascia pediatrica, garantendo inoltre la disponibilità telefonica o anche domiciliare di un medico formato in questo settore".
Il servizio di guardia medica pediatrica è già stato attivato in molte regioni, tra cui Lazio e Lombardia, e presto partirà anche in Toscana, come recentemente annunciato dall'assessore regionale alla Sanità. 
"È ora che anche la Liguria colmi questa lacuna - conclude Tosi - garantendo ai nostri figli un presidio sanitario e civile non più rimandabile". 

Sanità, i 5Stelle 'portano a casa' la guardia pediatrica permanente
L'assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale, ha inoltre indicato la necessità di un finanziamento per le cure dentali per i bambini e per gli over 65, per chi si trova in condizioni di povertà o abbia un basso reddito, raccogliendo l'istanza del consigliere regionale Rete a Sinistra, Gianni Pastorino. E ha aggiunto: "Eventuali ulteriori interventi per le prestazioni comprese nei livelli di assistenza, dovranno essere rimodulati tenendo nel dovuto conto quanto previsto dal recente Decreto Appropriatezza".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]