Con "Synfuniia" Van De Sfroos abbandona la chitarra. E a gennaio sarà agli Arcimboldi

06 dicembre 2015 ore 11:44, Adriano Scianca
Con 'Synfuniia' Van De Sfroos abbandona la chitarra. E a gennaio sarà agli Arcimboldi
Ritorna Davide Van De Sfroos, ma stavolta in versione “sinfonica”. E infatti il nuovo album del cantautore comasco si chiama proprio “Synfuniia”, registrato tra tra Roma, Sofia (Bulgaria) e Cantù (Como). Il disco contiene quattordici brani arrangiati con la Bulgarian National Radio Symphony Orchestra del maestro Vito Lo Re, che ha già lavorato con Edoardo Bennato, Elton John Band e Massimo Ranieri. È già uscito il primo singolo, una versione davvero elegante e inedita di Ninna nanna del contrabbandiere. Proprio Lo Re, in qualità di “fan” di Van d Sfroos, sarebbe all'origine dell'esperimento: da lui verrebbe l'idea del progetto, poi sposata dal cantautore con sempre maggiore entusiasmo, dopo un'iniziale perplessità. “Synfuniia” verrà presentato il 30 e 31 gennaio al Teatro degli Arcimboldi di Milano. Per la prima volta il cantautore salirà sul palco senza la chitarra, scortato da un’orchestra di 40 elementi. Dopo “Synfuniia”, Van De Sfroos (al secolo Davide Bernasconi, il nome d'arte richiama l'espressione in dialetto comasco per “Vanno di frodo”) tornerà però alle origini: “La voglia – ha spiegato- è quella di tornare un po' ai suoni primordiali, al folk della partenza, a qualcosa di molto legato agli strumenti acustici e da lì vedere che tipo di viaggio mi verrà in mente di fare”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]