Carni rosse assolte: quali mangiare o evitare per il Ministero della Salute

06 febbraio 2016 ore 15:30, Adriano Scianca
Carni rosse assolte: quali mangiare o evitare per il Ministero della Salute
La carne rossa continua a essere oggetto di dibattito, non solo fra i consumatori, ma anche fra gli esperti. Qualche tempo fa un rapporto dell'Oms aveva messo in luce le criticità di questo alimento, soprattutto in relazione a certe modalità di lavorazione e cottura, per cui i media avevano sbrigativamente concluso che “le bistecche fanno più male delle sigarette” (non era proprio così, in realtà). Anche la rivista "The Lancet - Onclogy" ha messo in relazione il consumo di carni rosse trasformate e fresche con un aumentato rischio di insorgenza di tumori del colon retto. A seguito di questi allarmi, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha chiesto un parere alla Sezione del Comitato nazionale per la sicurezza alimentare (CNSA). Il risultato è che le carni rosse ne escono in parte riabilitate, a patto, però, che non vengano cotte alla brace. 

La Sezione ha ricordato che "l'insorgenza dei tumori è un evento derivante da più fattori di natura individuale, comportamentale e ambientale''. Si sottolinea anche che "l'effetto cancerogeno delle carni è condizionato da abitudini di cottura e trasformazione", ma viene ribadito con forza che “la carne costituisce una importante fonte di proteine ad alto valore biologico e di altri nutrienti essenziali per la vita, soprattutto in alcune fasce d'età e condizioni di salute". Nello stilare una serie di linee guida, il Comitato nazionale per la sicurezza alimentare raccomanda inoltre di seguire costantemente un regime alimentare vario, ispirato al modello mediterraneo. Sulla base di tali considerazioni, il comitato suggerisce come buona abitudine alimentare di "ridurre i grassi e le proteine animali e una assunzione costante di cibi ricchi di vitamine e fibre". Insomma, la carne fa bene, i tumori derivano da un insieme di fattori non riducibili a un unico alimento, con le grigliate è meglio non esagerare e comunque bisogna sempre mantenere uno stile di vita sano. Ora lo dicono gli esperti. Il buon senso ci era già arrivato da tempo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]