I segreti del poliziotto Federico Umberto D’Amato stasera in Tv. E la Prima Repubblica trema...

06 giugno 2013 ore 13:10, Marta Moriconi
I segreti del poliziotto Federico Umberto D’Amato stasera in Tv. E la Prima Repubblica trema...
Questa sera l’intervista a Lando Dell’Amico, l’autore del libro ”La leggenda del giornalista spia” (Koinè) alle 22,35 su RAI 3 nella trasmissione “La storia siamo noi” diretta da Giovanni Minoli. Chi è Federico Umberto D’Amato? L’uomo che ebbe un ruolo di primo piano nella polizia politica al Viminale. Ma non solo.  Rappresentava l’Italia nell’Ufficio Sicurezza della Nato a Bruxelles. Inutile girarci intorno. Si parla di servizi segreti del Ministero dell’Interno. Amico degli americani, lo spione di Botteghe Oscure, in verità è stato più ricordato per gli scandali finanziari, le trame oscure e le stragi che hanno attraversato il Paese. Minoli, per tracciare questa storia, ha avuto bisogno di Lando Dell’Amico, già direttore in quei decenni del secolo scorso dell’Agenzia Giornalistica Repubblica. Dell’Amico, nel suo libro edito da Koinè “La leggenda del Giornalista Spia”, dedica al misterioso poliziotto ben due capitoli: “Il Gastronomo del Viminale” e “Ritorniamo alla cucina di D’Amato”. Anche perché i due si conoscevano dal 1945. Ed ecco in anteprima la  foto del giornalista e della sua signora insieme al prefetto, in occasione della cresima di uno dei loro figli (ringraziamo l’Agenzia Agir per averci concesso l’utilizzo ndr), a dimostrazione dell’amicizia che li stringeva.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]