Pausini sold-out con #pausinistadi pensando a Sara, vittima di femminicidio

06 giugno 2016 ore 13:27, Lucia Bigozzi
Il #pausinistadi infiamma San Siro. Il tour della cantante segna un doppio passo: è il primo di una donna-artista negli stadi ed ha una connotazione che richiama gli ultimi, drammatici, fatti di cronaca che raccontano l’ennesima vittima di femminicidio: Sara, la ragazza romana uccisa dall’ex fidanzato.

Pausini sold-out con #pausinistadi pensando a Sara, vittima di femminicidio
"Questo concerto è contro la violenza sulle donne” ha spiegato salendo sul palco, davanti ai fan in delirio. Quarantacinque canzoni, una scaletta “intensa” che raccontano la storia artistica di Laura Pausini, per oltre due ore di concerto. Stavolta ha fatto tutto da sola: ha studia e disegnato il palco
, evocando anche il suo “debutto” nello stadio milanese che risale a nove anni fa. Lo stadio milanese rappresenta per lei – come spiega in un’intervista, un  tempio della mia squadra del cuore oltre a un vanto della città che amo da sempre, Milano”. Impegno massimo perché, si sa, i concerti negli stadi sono sempre un’incognita ma la Pausini ha trasformato la preparazione del suo tour in una “missione prima di tutto dal punto di vista vocale. Lo stadio per assurdo mi fa usare un volume ancora maggiore e per questo ogni giorno faccio silenzio vocale assoluto fino alle 20 e poi inizio il riscaldamento vocale e sono pronta per la serata”. 

A San Siro, fan in delirio e pullman da tutt’Italia per un pubblico che ha sfiorato le centomila presenze, secondo le stime degli organizzatori. E per chi non è riuscito a raggiungere San Siro per il live, potrà vedere il debutto del tuor della cantante su Canale 5 che si è aggiudicato i diritti. Insomma dentro il concerto della Pausini c’è “tutta la passione di un lavoro serissimo che ho preparato con la mia squadra. Nello show c'è tutto l'amore che posso e che voglio portare in giro con trasporto e con tanto sentimento”. Una serata attesa che apre le date degli altri concerti: dopo il debutto milanese, c’è la tappa romana all’Olimpico (11 giugno) per poi proseguire all’Arena della Vittoria di Bari (18 giugno): qui ci sarà una sorpresa perche Laura Pasini si esibirà sul palco insieme a due ospiti molto amati dal grande pubblico: Biagio Antonacci e Giuliano Sangiorgi.

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]