Alassio choc, niente soggiorno ai migranti senza certificato sanitario

06 luglio 2015, intelligo
Alassio choc, niente soggiorno ai migranti senza certificato sanitario
Niente immigrati senza certificato sanitario. Accade ad Alassio e la decisione è del sindaco Enzo Canepa che ha firmato un’ordinanza ad hoc. Il caso non è passato inosservato e in questi giorni carta stampata e web se ne sono occupati.

In cosa consiste? Gli stranieri che vogliono entrare nel territorio comunale dovranno dimostrare di non avere malattie infettive che si possono trasmettere. L’obiettivo dichiarato del sindaco – che nei giorni scorsi aveva detto no all’accoglienza di otto migranti - è: tutelare la salute della cittadinanza. Nell’ordinanza si legge: “Già dal mese di giugno è esponenzialmente aumentata la presenza sul territorio comunale di cittadini stranieri provenienti da diversi stati africani, asiatici e sudamericani”. 

Paesi, prosegue l’ordinanza del primo cittadino dove “sono ancora presenti numerose malattie contagiose e infettive ed è tuttora in corso una gravissima epidemia di Ebola”. Le nuove regole contenute nell’ordinanza firmata dal sindaco, a capo di una lista civica di area centrodestra, riguardano “il divieto di insediarsi anche occasionalmente nel territorio comunale a persone prive di fissa dimora provenienti da Paesi dell'area africana, asiatica e sudamericana, se non in possesso di regolare certificato sanitario attestante la negatività da malattie infettive e trasmissibili”.

Una vicenda che – c’è da stare certi – scatenerà nuove polemiche.

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]