Chanel, il defilè a/i è per le sarte: la passerella diventa un atelier - FOTO

06 luglio 2016 ore 9:44, Micaela Del Monte
Chanel e Karl Lagerfeld cambiano di nuovo le regole della sfilata Haute Couture. Ieri a Parigi è infatti scesa in passerella la collezione autunno/inverno 2016/2017 e la casa di moda francese ha deciso di farlo direttamente dal suo atelier. Karl Lagerfeld ha organizzato una sfilata in cui non solo abiti, accessori e modelli erano i grandi protagonisti, ma anche tutto quello che sta dietro la creazione di un abito di Alta Moda come quelli griffati Chanel: ecco che, allora, in passerella sbarcano manichini, macchina da cucire, metri, bottoni, stoffe, telette, cartamodelli, forbici, aghi, spilli, nastri, etichette, tavoli da lavoro trionfanti di ritagli, e poi sarte e sarti, ricamatori, stiratrici, tagliatori, premières al lavoro con metro al collo e il filo in bocca.

Lagerfeld per Chanel, al Grand Palais, ha raccontato come nascono quegli abiti da sogno che vediamo in passerella, puntando tutto sul savoir faire dell'Haute Couture. E d'altronde se possiamo ammirare quelle splendide creazioni, del resto, è proprio merito delle abili mani degli artigiani e dei sarti che hanno reso tangibile quello che lo stilista ha solo immaginato e disegnato.

Così un centinaio tra ricamatrici, modelliste, sarte, tagliatrici, armate di aghi, forbici e fili tagliavano tweed e sete, mettevano in prova sui manichini i modelli, cucivano orli, ricamavano con fili di perle e cristalli, insomma lavoravano dal vivo come si fa nell'atelier più famoso del mondo. Il tutto davanti gli ospiti e alle modelle che sfilavano altere con quei capolavori artigianali addosso. Così, sotto il tetto di vetro del Grand Palais, gli atelier in rue Cambon sono stati ricreati nei minimi dettagli. 
Il mondo delle sarte è stato messo sotto i riflettori: 78 lavoratrici dalla maison Chanel dove ne lavorano in tutto 120. "Ho pensato che era un' idea moderna farle partecipare alla sfilata" ha spiegato Karl Lagerfeld che al termine del defilé, sorretto da quattro delle sue sarte fa il giro completo della sala circolare per due volte.

Il defilè è stato anche l'occasione per il lancio del profumo d'alta gamma “Boy” dedicato al grande amore di Mademoiselle Coco, il giocatore di polo inglese Boy Capel morto nel 1919 in un incidente di auto. Ad applaudire Karl Lagerfeld, amico e mito dell'eleganza contemporanea, c'erano Vanessa Paradis, Willow Smith, Zhou Xun, Peter Marino, Caroline de Maigret, Milla Jovovich, Hari Nef, Will Smith, Jessica Chastain.
<
>
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]