Juve a Vinovo "più giovane": raduno anticipato anti-infortuni. Chi c'è

06 luglio 2016 ore 11:13, Lucia Bigozzi
Pronti via. La Juve riparte. A Vinovo primo giorno sul campo della preparazione pro-campionato e sfide di cartello. Ancora non  tutto il team è al gran completo, “complice” anche l’impegno in Nazionale per numerosi campioni bianconeri: mancano all’appello, infatti, Lichtsteiner, Mandzukic , Pogba, Evra. Quest’ultimo dalla Francia ha speso parole di miele per il Club torinese quando ha detto che proprio grazie alla Juve “corro come un 15enne, mi ha allungato la carriera di tre anni. A Vinovo sono attesi anche Khedira, e Dani Alves. Mister Allegri, ne approfitterà per “prendere le misure” al nuovo arrivato Pjanic e ricalibrare il rapporto con Dybala e Alex Sandro, tutti già al lavoro da alcune e già in buone condizioni. Resta invece da definire la questione  Benatia. A Vinovo oggi “esordiranno” anche quei giocatori che potrebbero lasciare la Juve e tra questi Neto, Hernanes, Lemina e Pereyra, mentre Marchisio è reduce dall’infermeria. 

Juve a Vinovo 'più giovane': raduno anticipato anti-infortuni. Chi c'è
Ma la novità di questo avvio di preparazione sta nei tanti giovani che si aggiungeranno al gruppo dei big, provenienti dal “vivaio” bianconero: da Coccolo a Lirola, Macek
, tutti in arrivo dalla Primavera e “selezionati” da Allegri. Le attenzioni maggiori a livello tecnico, sono rivolte su Rolando Mandragora, in via di recupero dopo la brutta la frattura al piede destro riportata a Pescara. Insomma, il raduno bianconero anticipato è il segnale di un lavoro preparatorio che mister Allegri intende cominciare per tempo e portare avanti curando ogni dettaglio della rosa dei giocatori a sua disposizione. Ma c’è anche l’aspetto, non secondario, della perfomance fisica da perfezionare, per non incorrere nell’inconveniente della stagione scorsa quando la preparazione estiva partita con qualche settimana di ritardo rispetto al canonico ruolino di marcia, determinò una serie di disagi e infortuni muscolari a diversi giocatori. Ora  si riparte per tempo, e lo schema è: meno carichi di lavoro intensificati, ma sedute costanti e regolari per mettere la macchina a punto e ripartire in perfetta forma. Con i primi test estivi tra i quali la tournée tra Australia e Hong Kong. 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]