Che fine hanno fatto le “Signorine Buonasera” Fulvia Colombo e Nicoletta Orsomando?

06 luglio 2016 ore 10:34, intelligo
di Anna Paratore

La prima fu Fulvia Colombo, nel lontano 1954, il 3 di gennaio. Dallo studio RAI di Torino, diede l’inizio trasmissioni ufficiali. L’ultima è stata Claudia Andreatta che ha pronunciato il definitivo “buonasera signore e signol, durata 62 anni, delle “signorine buonasera”, annunciatrici demandate ad illustrare i programmi con professionalità, dizione perfetta, garbo e signorilità, come si addiceva a un’importante azienda di stato destinata ad entrare nelle case praticamente di tutti gli italiani, pare, per non uscirne più.

Fulvia Colombo, in quel lontano 1954, sebbene fossero le 11 del mattino, si presentò in un elegantissimo abito di seta, lungo, importante, ma in seguito le annunciatrici Rai non dovettero crearsi il problema del lungo o del corto, perché sarebbero state sempre e solo dei “mezzibusti”. Eppure, ebbero grande importanza nella nascita e nella crescita della televisione italiana, prime insieme a una manciata di attori di teatro a sperimentare quanto fosse difficile stare davanti a una telecamera e, contemporaneamente a mantenere un aplomb inglese, calmo, freddo, distaccato anche appena dopo aver preso l’immancabile “papera”.

Che fine hanno fatto le “Signorine Buonasera” Fulvia Colombo e Nicoletta Orsomando?
Ma chi furono le prime e le più famose di questa nutrita pattuglia di belle donne che ci ha accompagnato per più di mezzo secolo, e che ne è stato di loro? Ve ne vogliamo raccontare alcune, molte delle quali probabilmente già ricorderete. La Colombo, colei che diede inizio alle trasmissioni, era figlia di un alto dirigente della Fiera di Milano,e aveva un passato da attrice sebbene solo con piccole parti. Arrivava dalla radio e aveva collaborato presentando i programmi sperimentali emessi durante la 1ª Esposizione Internazionale di Televisione. Ma la sua esperienza come annunciatrice nella sua prima fase, durò pochissimo perché già nell’anno del primo annuncio decise di lasciare la TV per entrare in una compagnia con Macario. Nel 1955, però, rientrò in RAI e tornò a coprire il suo ruolo di annunciatrice. Arrivò poi anche a presentare un festival di San Remo con Gianni Agus, e vinse una Maschera d’argento nel 1959. In seguito si ritirò dalle scene e venne allontanata dalla RAI a causa di un grave esaurimento nervoso. Le riuscì di lavorare saltuariamente come doppiatrice solo dopo qualche anno. Nel 1992 le precarie condizioni in cui viveva vennero alla luce quando dalla comunità Meina che l’ospitava, si mobilitarono per farle ottenere il sussidio previsto dalla Legge Bacchelli. È morta nel settembre del 2005 in una casa di riposo dove viveva da anni a Suno, in provincia di Novara.
Ma se Fulvia Colombo fu la prima, l’annunciatrice RAI per antonomasia, destinata ad essere la più conosciuta e anche la più duratura, è sicuramente Nicoletta Orsomando. Nata a Casapulla in provincia di Caserta, classe 1929, figlia di un noto compositore e direttore di bande sinfoniche. Nicoletta appare per la prima volta sugli schermi televisivi quando le trasmissioni RAI sono solo in fase sperimentale, nell’ottobre del 1953 presentando una trasmissione per ragazzi sull’Enciclopedia Britannica. Non bella ma graziosa, lineamenti fini, appena sottolineati da un trucco leggero, aria serena, dizione senza l’ombra di una sbavatura, Nicoletta è sicuramente un valore aggiunto per la nuove rete televisiva al suo esordio nazionale. Durante i 40 anni in cui è rimasta in RAI come annunciatrice, la Orsomando ha anche avuto alcune conduzioni, tra cui nel 1956 Cineselezione, una delle prime rubriche di cinema della tv italiana. Con la Piccinino, altra signorina buonasera, la Orsomando affiancò Angelo Lombardi nella conduzione de L'amico degli animali. Nel 1957 presentò il Festival di Sanremo accanto a Nunzio Filogamo, Fiorella Mari e Marisa Allasio; nel 1966 condusse un'altra importante gara musicale: Un disco per l'estate mentre nel 1968 inaugurò assieme a Jader Jacobelli il notiziario parlamentare Oggi al parlamento che condusse, alternandosi a Jacobelli, ai giornalisti della testata parlamentare della RAI ed alle altre annunciatrici, fino al 1990. Nel 1955 Nicoletta Orsomando ha inoltre partecipato, nel ruolo di se stessa, anche al film comico Piccola posta per la regia di Steno, che vantava come protagonisti Alberto Sordi e Franca Valeri. Nel 1999 partecipò al programma televisivo di intrattenimento di Rai 2 Su e giù condotto da Gaia De Laurentiis. Il 21 gennaio 2008 è comparsa su Rai 1 per presentare lo show Viva Radio2 Minuti con da Fiorello che nei promo della trasmissione l'aveva scherzosamente imitata e che la farà imitare anche da altri famosi personaggi nelle successive puntate (tra gli altri Jovanotti, Christian De Sica, Laura Pausini, Simona Ventura, Biagio Antonacci). Ha partecipato a Rai 2 Su e giù, nel 1999. Il 23 settembre 2008 era invece su è Tutti pazzi per la tele condotto da Antonella Clerici su Rai 1 a un confronto generazionale con Arianna Marchetti, annunciatrice di Rai 2 dal 2003 al 2009. Nell’inverno di quest’anno è stata intervistata da Maurizio Costanzo per uno special del Costanzo Show dedicata proprio alle signorine buonasera dove è stata accolta da alcune delle storiche colleghe presenti alla serata come la veterana di tutte loro. (continua…)
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]