Solo 6 anni a Pistorius, perchè omicidio doloso e attenuanti

06 luglio 2016 ore 23:59, intelligo
Uccise la fidanzata Reeva Steenkamp la notte di San Valentino del 2013 con quattro colpi di pistola, oggi Oscar Pistorius è stato condannato a 6 anni di reclusione. L'accusa, quella di omicidio doloso, insieme alla pena sono stati decisi l'Alta Corte di Pretoria, in Sudafrica. In primo grado all'atleta erano stati inflitti 5 anni di reclusione per omicidio colposo. Nel dicembre del 2015, però, la Suprema corte d'Appello ribaltò il verdetto cambiando l'imputazione in omicidio volontario.
Solo 6 anni a Pistorius, perchè omicidio doloso e attenuanti
Il giudice Thokozile Masipa ha riconosciuto le attenuanti richieste dal legale del campione paralimpico evitandogli così una pena più severa, dato che, codice penale alla mano, il 29enne sudafricano avrebbe dovuto scontare 15 anni di reclusione. "Credo che una lunga condanna non sia giusta, ha già trascorso del tempo in carcere e ai domiciliari ed è un ideale candidato per un programma di riabilitazione" - ha giustificato la sentenza la togata sudafricana.  

Diversi fattori hanno giocato a favore di una sentenza mite: "Pensava che un ladro fosse entrato in casa ed essendo senza protesi si è sentito vulnerabile, ha sparato non 1 ma 4 colpi di pistola sapendo che c’era qualcuno in bagno. Subito dopo aver scoperto che si trattava di Reeva ha fatto di tutto per salvarla, anche se invano. Non concordo con il pm che Pistorius dal giorno dell’omicidio ad oggi non ha provato rimorso. Ha cercato in varie occasioni di comunicare con i genitori della vittima e ha chiesto pubblicamente scusa in questa aula di tribunale. Non ha sparato volendo uccidere intenzionalmente Reeva".  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]