L'obesità incombe sull'Italia: il 2030 sarà pieno di grassi

06 maggio 2015, intelligo
L'obesità incombe sull'Italia: il 2030 sarà pieno di grassi
Il 2020 sarà pieno di grassi. L'obesità incombe sull'Italia, prima ancora che in tutta Europa. 

E c'è la data del boom: il 2030. Sarà allora che il 20% della popolazione maschile e il 15% di quella femminile avrà questa patologia che viene considerata da molti una semplice debolezza. 

E per capire la gravità dei numeri, basta ricordare che nel 2010 in Italia le cifre erano  rispettivamente del 12% e del 10%. 

E' senza pietà il risultato che è scaturito da Praga, dove oggi è iniziato l'Eco 2015, il Congresso europeo della obesità. 

Già ieri erano stati diffusi i dati Oms che allertavano le isole del Pacifico e l'Europa parlando di un gravo rischio per la salute pubblica. 

Ora la prima chiamata in causa è l'Irlanda, dove nel 2030 gli obesi potrebbero raggiungere una quota del 48% fra gli uomini e del 57% fra le donne. 

Un sovrappeso che ricadrà su tutta la popolazione. 

Segue a ruota la Repubblica ceca che è passata da un 22% al 36% insieme alla Svezia che mantiene un trend in salita (dal 14% al 25%).

Ma anche la Grecia, con tutta la sua crisi, non si salva: dal 20% è passata  al 40%.  

"Sono dati che dovrebbero indurre i governi a promuovere il consumo di cibi più salutari, rendendone anche più accessibile il prezzo" è l'opinione di Laura Webber dell'organizzazione sanitaria britannica Uk Health Forum, che collabora con l'Oms. 

E ricordate, l'obesità non è uno scherzo, ma un importante fattore di rischio per varie malattie croniche nonché per il tumore. ù

Seguite l'Olanda piuttosto, l'unico Paese dove gli uomini in sovrappeso sono destinati a diminuire al di sotto del 50% del totale.

Per l'Italia la speranza è labile invece: il 70% degli italiani (erano il 58% nel 2010) e il 50% delle italiane (39% nel 2010) si preparino ad ingrassare. Almeno così spiegano i dati. 

(m.m.)
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]