Il sogno Ibra è "made in Cina", solo così può tornare a Milano?

06 maggio 2016 ore 11:03, Micaela Del Monte
Mancano ancora due giornate alla fine del campionato ed è già febbre mercato. Ad infiammare quest'estate probabilmente ci sarà un nome in particolare, quello di Zlatan Ibrahimovic. 

L'attaccante svedese del Psg infatti sarebbe il sogno proibito di molte italiane che farebbero carte false per portarselo a casa. Tra tutte ci sarebbero Inter e Milan. A dirlo sarebbe stato Mino Raiola, procuratore del giocatore; "Ibra potrebbe tornare in Italia, al Milan". Queste le parole di Raiola che hanno scatenato le fantasie milanesi. L'attaccante vorrebbe infatti tornare in Italia e più precisamente a Milano per vivere una nuova sfida e far felice la famiglia. 
Il sogno Ibra è 'made in Cina', solo così può tornare a Milano?
Ibrahimovic ora guadagna 12 milioni netti e il Psg gli propone un rinnovo con la prospettiva di proseguire poi la sua carriera in Qatar con un ingaggio da 50 milioni netti. Anche in Premier non mancano le opportunità. Addirittura per trasferirsi in Cina gli è stato prospettato un ingaggio da 70 milioni. Ma la soluzione perfetta per lui sarebbe tornare a Milano con i denari di chi lo vorrebbe a Pechino. In tal caso farebbe felice anche la famiglia, visto che Helena torna sempre volentieri. E non solo per lo shopping, dato che i coniugi Ibrahimovic hanno tenuto casa in centro.

Un sogno questo per i tifosi delle squadre di Milano che potrebbe però rimanere tale vista la situazione di bilancio nerazzurra e l'emergenza risultati dei rossoneri. Le mancate qualificazioni all'Europa hanno infatti complicato i piani di entrambi in club, visto soprattutto che l'Inter potrebbe andare in contro a pesanti sanzioni a causa delle nuove regole del Fairplay Finanziario. A fare la differenza potrebbero essere i futuri "innesti" societari, ovvero i nuovi finanziatori che Thohir e Berlusconi stanno cercando per le due società. Thohir è infatti in trattativa con il gruppo Suning, mentre Berlusconi sta valutando la cessione a una cordata cinese: il colpo Zlatan sarebbe perfetto per il rilancio delle due squadre, anche a livello di immagine. 

In pole ci sono i rossoneri perché lo scorso anno sono stati davvero vicini, per la stima del bomber per il presidente Berlusconi e per via degli ottimi rapporti con Raiola. L'Inter, però, è pronta a fare lo sgambetto ai cugini: Mancini lo accoglierebbe a braccia aperte, magari sacrificando anche Icardi

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]