Pogba ama la Juve: "Umili, grandi lavoratori". Per modelli capitan Buffon e l'ex Pirlo

06 maggio 2016 ore 10:27, intelligo
Come si diventa un grande campione? A sette punti dallo scudetto, l'allenatore Massimiliano Allegri aveva detto di lui: guai a chi lo tocca. "100 milioni? Meglio Pogba". Lui, il ragazzo che si tira indietro mai, sa anche quando è il momento di ringraziare. 
"Se sono migliorato molto è perché sono circondato da grandi giocatori".
Lo stile Juve, quello vincente, quello dove la disciplina va a braccetto con la serietà. Dove l'impegno è costante, non certo il frutto di exploit che durano il tempo dei fuochi d'artificio. E campioni, per Pogba significa "umili, grandi lavoratori, che ti fanno lavorare duro". 
Parole grate quelle di Paul Pogba che elegge a suoi "modelli" Buffon e l'ex Pirlo: 
Pogba ama la Juve: 'Umili, grandi lavoratori'. Per modelli capitan Buffon e l'ex Pirlo
"In carriera - dice - voglio raggiungere i loro stessi traguardi". 

E agli Europei, per lui si tratta della prima volta, si va così, con tenacia e obiettivi chiari, seminando giorno dopo giorno, dagli under 17 del 2010 ne è passato di tempo e di prove, tutte superate brillantemente, grazie a una testa lucida, serena, chiara. "È stata un'ottima esperienza per un calciatore giovane. Abbiamo perso ma lì ho imparato molto - ha ricordato - Mi ha aiutato a crescere. È sempre stato un sogno per me quello di vestire quella maglia e di giocare per la mia nazione". 
E il suo motto ormai è: "Realizzate i vostri sogni - è il suo invito -. Dovete crederci fino alla fine". Lui si che ci ha creduto, per questo ai giovani si propone come modello, senza neanche sapere di esserlo. Eppure è già un mito, il nuovo Pirlo o Buffon del calcio, campioni più che sportivi. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]