Zika è in Europa, bambino microcefalo in Spagna ma i contagiati sono 105

06 maggio 2016 ore 11:21, Micaela Del Monte
La microcefalia causata dal virus Zika non è più solo un presagio, anche in Europa. Se infatti in Brasile il numero di feti deformati a causa del virus era già abbastanza elevato (57 bambini morti e 1.271 colpiti da microcefalia), ora la tendenza sembra essere arrivata anche nel vecchio continente. Sarebbe infatti nato per la prima volta in Spagna un bambino microcefalo da una donna rientrata da poco dal Sud America e rimasta incinta poche settimane dopo aver contratto Zika. Il piccolo è il secondo neonato europeo a venire al mondo con questa anomalia cranica grave, segno tuttavia che davvero c’è il legame tra l’effetto del virus e le deformità. 

Zika è in Europa, bambino microcefalo in Spagna ma i contagiati sono 105
A confermare la notizia è stata proprio l'agenzia regionale della Sanità. Si quindi tratta del primo caso di microcefalia associata al virus in un Paese che, secondo le stime del ministero della Sanità al 3 maggio, conta 105 persone contagiate, fra cui 13 donne incinte. La Catalogna, con 33 persone infettate e un caso di microcefalia, è la regione più colpita

"Tutti i casi sono stati rilevati su persone originarie o che hanno visitato paesi toccati. Dunque si tratta di casi importati", ha dichiarato il ministero spagnolo che consigliano ancora prudenza alle donne in gravidanza che intendono viaggiare in America Latina.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]