Estate bollente con punte fino a 47 gradi. Anche nel 2015 fu luglio record

06 maggio 2016 ore 19:03, Andrea Barcariol
Maggio, come da abitudine, è il mese delle previsioni che riguardano l'estate. In tantissimi, magari prima di prenotare le vacanze, iniziano a guardare sui siti per scoprire cosa li attenderà a giugno, luglio e agosto, fermo restando che si tratta di semplici tendenze, vista la distanza temporale. Secondo gli esperti del sito ilmeteo.it, l'estate 2016 sarà caratterizzata da temperature sopra la media del periodo di circa 1-2 gradi su tutta Italia, con l'incubo siccità che si tornerà ad affacciare sul nostro Paese. Frequenti le ondate di caldo africano col ritorno di Caronte, Cerbero e Minosse. Le temperature inizieranno a calare verso fine agosto e a settembre, mantenendosi sempre sopra la media. Scarse le piogge,  meno frequenti del previsto, quindi con un maggior rischio di periodi di siccità, anche accentuata al Sud.

Estate bollente con punte fino a 47 gradi. Anche nel 2015 fu luglio record
"Naturalmente - precisano gli esperti del portale - quando si parla di previsioni stagionali si guarda subito alla distanza temporale. D'altronde ci si chiede spesso: 'Talvolta si sbaglia la previsione a due giorni, e si vuole indovinare quella a due/tre mesi?'. Ma quella che abbiamo proposto è solamente una tendenza, quindi non una certezza. E' soltanto da considerare, non certo da ritenere oro colato". Il caldo non risparmierà neanche l’Europa. Le temperature eccezionalmente alte coinvolgeranno tutto il nostro continente: il centro meteo di Reading per l’estate 2016 prevede 1 o 2 gradi sopra la media anche in Spagna e su gran parte del Mediterraneo, compresa l’area centro-orientale. Lo stesso per quanto riguarda l’Est Europa e il Nord e l’Est della Scandinavia. Si salveranno il Centro e l’Ovest  dell’Europa, il Portogallo, il Nord della Spagna, il Regno Unito, alcune zone della Germania centrale, il Nord della Francia e i Paesi Bassi. Anche lo scorso anno si erano registrate temperature record, sempre più condizionate dal fenomeno del riscaldimento globale. Secondo il Noaa la temperatura media di luglio 2015 sul globo, 16,61 gradi centigradi, è stata la più alta degli ultimi 136 anni. Il precedente record, secondo l'istituto statunitense, si era registrato nel 1998. Caldo record si è registrato in Paesi come l'Austria (il 7 luglio a Innsbruck si sono rilevati 38,2 gradi) e l'Olanda (a Maastricht il 2 luglio 38,2 gradi), si sottolinea nel rapporto. Nel complesso la temperatura della terra e dell'acqua degli oceani è stata di 0,81 gradi centigradi superiore alla media del Ventesimo secolo.
Per ora sicuramente più attendibili sono le previsioni per questo weekend con l'alta pressione che garantirà in gran parte dell'Italia un bel tempo per sabato, con qualche breve pioggia pomeridiana. In aumento le nuvole nella giornata di domenica concentrate nelle ore più calde attorno ai rilievi ma con basso rischio di brevi precipitazioni. Le isole  verranno interessate da venti di Scirocco.







caricamento in corso...
caricamento in corso...