Attenzione! Parla la Massoneria col nuovo gran Maestro: "Continuare a costruire l'umanità"

06 marzo 2014 ore 13:06, intelligo
Attenzione! Parla la Massoneria col nuovo gran Maestro: 'Continuare a costruire l'umanità'
''La bellezza della Massoneria è avere confini aperti. Il nostro compito è quello di sempre: costruire umanità, contribuire a formare uomini liberi e responsabili, cittadini impegnati nel proprio tempo per promuovere pace, dialogo e confronto. Oltre ogni limite''. Lo ha detto all'Adnkronos Stefano Bisi, di fatto il nuovo Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia per il quinquennio 2014-2019. Domenica scorsa il voto che lo ha eletto, ma sabato tutto sarà sottoposto alla verifica della Commissione elettorale nazionale (Cen) dell'Obbedienza di Palazzo Giustiniani. Bisi, 57 anni, da giornalista professionista (e si sa che la comunicazione è un campo in cui eccellono), non si è sottratto ad una chiacchierata, lui che è soprattutto vicedirettore del gruppo a cui si riferiscono il 'Corriere di Perugia' e le edizioni di Terni. LA sua intervista so è concentrata sugli "uomini del dubbio che non maledicono l'oscurità: accendono piccole luci per uscire dalla notte della crisi, rimettendo in circolo la speranza. Siamo compagni di viaggio di ogni coscienza libera e di ogni persona che ha voglia di futuro''. E ancora Bisi ha evidenziato:  ''In questi anni abbiamo fatto un lungo viaggio nel deserto, abbattendo muri di diffidenza. Grazie alla guida del Gran Maestro, Gustavo Raffi (al timone del Vascello dal 1999, ndr) la Massoneria è uscita dalla catacombe e si è accreditata in campo nazionale per capacità di proposta e di confronto, promovendo iniziative e lavorando concretamente a opere di solidarietà e assistenza agli ultimi'', come dimostra la storia di accoglienza degli 'Asili Notturni Umberto I' di Torino. Il lavoro della Massoneria, avverte Bisi, non si ferma certo qui. ''Vogliamo continuare a costruire, a essere laboratorio, di un pensiero nuovo e di scelte condivise. Le migliaia di giovani che vivono la formazione nel Tempio sono cittadini che nella società operano per l'interesse generale e non di parte''. Intanto il Gran Maestro attende di essere "incoronato" nel corso della Gran Loggia di Rimini (dal 4 al 6 aprile) alla presenza delle rappresentanze delle massonerie estere.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]