Virus Zika, ora gli scienziati studiano la Culex (grazie a Google)

06 marzo 2016 ore 15:18, Adriano Scianca
Virus Zika, ora gli scienziati studiano la Culex (grazie a Google)
Gli scienziati tengono d'occhio la Culex. E se non sapete cos'è, sappiate che nelle notti d'estate tutti ci avete avuti a che fare diverse volte. Si tratta, infatti, della nostra comune zanzara. Pietra dello scandalo è ancora una volta il virus Zika. Stando alle nostre conoscenze sino a qui, esso è trasmesso dalle zanzare del genere Aedes, negli ambienti equatoriali soprattutto la Aedes aegypti e in quelli temperati la Aedes albopictus (zanzara tigre). Cosa già allarmante perché da tempo la zanzara tigre fa purtroppo parte della fauna dei nostri luoghi. Ora, tuttavia, arriva un'allarme anche sulla Culex. 

Lo annunciano gli scienziati brasiliani della "Oswaldo Cruz Foundation" (Fiocruz) di Rio de Janeiro al seminario sulla malattia svoltosi nello Stato nordorientale del Pernambuco, colpito dall'epidemia Zika. Lo studio, condotto su 200 zanzare, rivela che l'infezione è possibile anche nella Culex. Lo studio è non ha però chiarito se la Culex possa a sua volta infettare l'uomo. E alla ricerca dà una mano anche Google, che ha stanziato un milione di dollari per lo studio che si occuperà di mappare le zone dove l'insetto è infetto per determinare quanto e se la Culex infetta sia già diffusa ma soprattutto se può passare l'infezione all'uomo. Se la Culex infetta fosse già molto diffusa si potrebbe anche desumere che non è in grado di passare il virus all'uomo visto che non esiste ancora un'epidemia da virus Zika in Europa tale da farlo pensare. 

Il genere Culex è il più grande tra quelli appartenenti alla famiglia dei Culicidae. Si tratta delle zanzare ematofaghe per eccellenza. Questi insetti sono distribuiti praticamente ovunque, con una concentrazione che cresce dalle regioni subpolari all'equatore (nella sola America Centrale, zona di Panamá, se ne contano 88 specie). I maschi del genere Culex sono innocui e si nutrono di nettare, mentre le femmine per sviluppare le uova succhiano il sangue dei vertebrati, mammiferi ed uccelli principalmente. Una femmina adulta normalmente succhia ripetutamente il sangue, e il costante movimento in volo la portano ad essere un terribile vettore di diffusione di malattie virali e parassitarie. Le dimensioni variano moltissimo da specie a specie, dai pochi mm ai cm.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]