La Cirinnà ha scontentato tutti. Gay di nuovo in piazza: "Stepchild subito"

06 marzo 2016 ore 15:36, Adriano Scianca
La Cirinnà ha scontentato tutti. Gay di nuovo in piazza: 'Stepchild subito'
La legge sulle unioni civili è riuscita in un capolavoro: ha scontentato tutti. Se il popolo del Family day non si è accontentato dello stralcio della stepchild adoption e l'ha giurata a quei politici cattolici che hanno votato la legge, d'altra parte anche il mondo lgbt ha visto nella legge una soluzione di compromesso assolutamente non sufficiente. E ieri il mondo “arcobaleno” è sceso di nuovo in piazza. A Piazza del Popolo, a Roma, qualche migliaio di persone è sceso in piazza per chiedere di “andare fino in fondo”. Il movimento lgbt ribadisce che le nuove norme "non bastano": va bene il riconoscimento delle unioni tra persone dello stesso sesso, ma "la lotta continua per ottenere anche la stepchild adoption" perchè "i nostri bambini vanno tutelati". Della legge approvata, dicono che “è uno schiaffo in faccia, un compromesso al ribasso degno della peggiore prima repubblica”.
 
In piazza anche Sel, che attraverso il coordinatore nazionale Nicola Fratoianni annuncia: “La battaglia per i diritti continua ed anzi va rilanciata perché il Paese ha bisogno di uscire dal Medioevo e la politica è arrivata colpevolmente in ritardo. Il ddl Cirinnà è certamente un passo avanti ma è stato mutilato” e per questo, ha aggiunto il capogruppo alla Camera, Arturo Scotto, “ripresenteremo un emendamento sulla stepchild adoption”. "Le comunità Lgbt sono compatte nel ritenere che quello sulle Unioni civili è solo un primo passo ma non è sufficiente" ha ribadito Fabrizio Marrazzo, presidente di Gay Center, presente in piazza insieme a molte associazioni fra cui Agedo, Arcigay, Arcilesbica, Di'Gay Progect e Famiglie Arcobaleno. Tra la folla cartelli come "Sono in età da marito" con il disegno di due uomini, il simbolo "svegliaitalia" della manifestazione del 23 febbraio in cento piazza d'Italia o, in riferimento polemico ad una dichiarazione del ministro dell'Interno Angelino Alfano, "Fiere di essere contronatura". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]