Addio per sempre a Popcorn Time, così le Major hanno detto no allo streaming

06 novembre 2015 ore 9:09, Micaela Del Monte
Addio per sempre a Popcorn Time, così le Major hanno detto no allo streaming
Già dallo scorso 9 ottobre le cose per Popcorn Time si erano messe male, e così anche per il suo sito Torrent partner.

Infatti è stato proprio in quella stata che le Major di Hollywood hanno deciso di denunciare alla Corte Federale del Canada il sito di video streaming. Disney, Paramount Pictures, Warner Bros, Columbia Pictures, Universal City Studios, Sony Pictures, Universal Network Television e Twentieth Century Fox, tutte si sono schierate contro Popcorn Time e non potevamo aspettarci esito diverso dalla chiusura definitiva di quest'ultimo.

I referenti di PopcornTime.io e la società di virtual private networking VPN.ht sono stati denunciati per violazioni delle norme sul copyright. Il giudice ha accolto ogni richiesta e permesso ai consulenti tecnici di attuare il blocco. 

Il 12 ottobre in Nuova Zelanda le stesse compagine statunitensi hanno denunciato per diversi milioni di dollari gli operatori del sito Torrent YTS e il gruppo correlato. In questo caso è stato raggiunto un accordo extra-giudiziale che ha portato alla chiusura della piattaforma. L'ingiunzione canadese prevede che non sia più possibile lo sviluppo, la distribuzione e la promozione della piattaforma Popcorn Time.Continua a sopravvivere online una sorta di costola europea del sito, ma probabilmente ha i giorni contati.

Ora quindi bisognerà dire addio a Popcorn Time, il Netflix "pirata" che ha fatto tremare le industrie cinematografiche.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]