La creatività paga più dell’intelligenza

06 ottobre 2014 ore 10:58, Andrea Barcariol
Creatività batte intelligenza 3 a 0. Lo dimostra uno studio fatto su 400 bambini che
La creatività paga più dell’intelligenza
erano stati sottoposti al test di Torrance negli anni 60. A distanza di qualche decennio è stato dimostrato come quelli risultati più creativi nel test hanno avuto il triplo del successo personale rispetto a quelli che avevano fatto registrare punteggi elevati nel test sull’intelligenza. La creatività, insomma, rappresenta una marcia in più nella vita quotidiana perché consente alle persone di adattarsi meglio ai cambiamenti della vita, di migliorare le performance sul lavoro e di avere relazioni con gli altri. L'idea di creatività come atteggiamento mentale nasce nel Novecento. I primi studi sul fenomeno risalgono addirittura agli anni venti. Diverse le teorie: alcuni scienziati sostengono che in alcuni campi, la matematica ad esempio, la creatività si sviluppa meglio in giovane età, mentre in altri (letteratura e musica) continua per tutto l'arco della vita. Altri studiosi invece ritengono che la fantasia raggiunga il massimo livello in giovane età per poi rimanere “schiacciata” dalle pressioni della vita quotidiana. Un dato però è sicuro: la creatività può essere allenata e potenziata attraverso specifici corsi. Basta trovare il tempo e i soldi per farli.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]