Juve-Roma, tutti gli errori secondo i giornali e i giornalisti

06 ottobre 2014 ore 12:56, Micaela Del Monte
Quello che si è visto ieri sera in campo è sotto gli occhi di tutti, di tutti tranne di quelli di chi non è obiettivo e soprattutto di quelli dell'arbitro Gianluca Rocchi. Quello che è accaduto ieri sera allo Juventus Stadium forse ha (di nuovo) chiuso un campionato che di base non ha nessuna contendente se non la Roma e la Juventus. Ora i bianconeri hanno 3 punti di vantaggio, 3 punti che sarà complicato recuperare lungo il campionato vista l'inesistenza di squadre in grado di contrastare le due squadre.

Ma quello che è stato ieri sera a Torino ha rappresentato forse una delle pagine più brutte del calcio italiano, perché dopo il gol di Turone, dopo Calciopoli, si è toccato di nuovoil fondo. E finalmente Turone potrà dormire sonni tranquilli, perché adesso Juve-Roma verrà ricordata per quello che è accaduto ieri e non più per il suo (non) gol. E a dirlo non sono solo i tifosi della Roma.

LA CRONACA

Tutto è sintetizzabile con poche immagini. Un "fallo di mano" di Maicon fuori area (per di più la mano era semplicemente a protezione del corpo), un fallo di Pjanic arrivato, anche questo fuori area, quasi un minuto dopo la fine del tempo addizionale segnalato dallo stesso arbitro. Quaranta secondi in cui non era successo assolutamente nulla per far sì che il tempo fosse prolungato. Nessun fallo, nessuna sostituzione, nessuna perdita di tempo. E poi il gol in fuorigioco di Bonucci: è vero che il difensore della Juve non era direttamente oltre la linea di difesa giallorossa, ma ben due giocatori si trovavano davanti al portiere della Roma Skorupki ostruendogli la visuale, e questo, di regola, era punibile con l'annullamento della rete.

Juve-Roma, tutti gli errori secondo i giornali e i giornalisti
Juve-Roma, tutti gli errori secondo i giornali e i giornalisti

E non è un caso forse che subito dopo la fine del match, dopo la tripletta di Rocchi, molti tifosi, non solo romanisti, hanno mostrato il loro disprezzo nei confronti di quello che è accaduto. Anche tifosi laziali (quelli con un minimo di sportività, di amore per il calcio e un minimo di cervello) hanno voluto mostrare la loro solidarietà ai romanisti, così è stato per tifosi del Milan, dell'Inter e tanti altri che, al di là della fede calcistica, hanno preso coscienza di quello che ha fatto l'arbitro Rocchi, forse si sono immedesimati, forse semplicemente hanno capito quello che stava succedendo e in nome della passione per questo sport (che ormai non è più uno sport ma un'enorme farsa) hanno voluto dire la loro. Questa volta, tutti o quasi, contro la Juve. Dal canto loro gli juventini hanno fatto quasi tutti finta di niente, come se quello che era accaduto fosse dovuto, fosse sacrosanto, fosse la normalità. Perché oltre a questo ci sono stati gli insulti alla panchina della Roma, con le minacce e gli insulti a giocatori come Adem Lijaic, gli sputi agli infortunati della Roma in tribuna e gli schiaffi in testa al preparatore dei portieri. I GIORNALI Ma al di là di questo, al di là di tutto, la maggioranza ha capito che questa battaglia non è solo giallorossa. Quello che è successo ieri sera è una cosa che va contro tutti quelli che amano questo sport e a sottolinearlo è stato anche il modo in cui i giornalisti e i più importanti giornali italiani hanno approcciato oggi l'argomento... [gallery ids="84289,84290,84291,84292"] "Campionato Falsato!" titola il Corriere dello Sport (versione romana ovviamente), "Fermi tutti questa è una rapina" scrive il Tempo in prima pagina, "Rocchi Horror Football Show" invece Leggo. E anche "Rocchi-Roma 3 a 2" e "Sempre la stessa musica". Insomma, sembra che questa volta qualcuno abbia deciso di alzare la voce, gli stessi giornalisti su Twitter hanno espresso la loro.  I TWEET DEI GIORNALISTI
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]