Yemen, attaccato hotel residenza del premier: 12 morti

06 ottobre 2015, intelligo
Lo Yemen è sempre più una polveriera: tre razzi hanno colpito stamane l’hotel Al Qasr, ad Aden, dove risiede da metà settembre il premier yemenita Khaled Bahah. Lo riporta la CNN, specificando che tutti i membri dello staff governativo sarebbero rimasti illesi nonostante sia divampato anche un incendio nell’edificio. Nell'accaduto sarebbero rimaste uccise almeno 12 persone, stando alle fonti locali che monitorano di ora in ora la situazione visto che questo è solo uno dei molteplici attentati di cui il Paese è vittima da tempo ormai.

Dall’inizio delle ostilità e nonostante un cessate il fuoco mai pienamente rispettato fra Arabia Saudita (e coalizione regionale araba) e fazione Houthi, la situazione nello Yemen rischia giorno dopo giorno di trasformarsi in un disastro umanitario con un Paese devastato e allo stremo di forze già vicine allo zero; finora hanno perso la vita nel conflitto oltre 2.300 persone, di cui più di 400 bambini nella totale e incomprensibile assenza della comunità internazionale.

Yemen, attaccato hotel residenza del premier: 12 morti
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]