Dopo Pino Daniele Napoli perde Carlo D'Angiò: musica in lutto

06 settembre 2016 ore 11:15, Americo Mascarucci
Napoli perde un altro simbolo della canzone tipica partenopea. E’ morto Carlo D'Angiò a causa di un tumore scoperto pochi mesi fa. Aveva 70 anni. 
Nato a Napoli nel 1946 faceva parte del gruppo di giovani artisti partenopei formatosi verso la metà degli anni sessanta. 
Con Eugenio Bennato, Roberto De Simone e Giovanni Mauriello, fonda la Nuova Compagnia di Canto Popolare, gruppo di musica folk, nato con l'intento di riproporre le radici musicali dell'autentica tradizione popolare napoletana e campana, attingendo dal repertorio più antico e associando, all'attività prettamente musicale, quella teatrale. 
Entrarono a far parte di questa formazione anche Peppe Barra, Patrizio Trampetti, Fausta Vetere e Roberto De Simone.
Nel 1972 D'Angiò lascia la NCCP e nel 1976 dà vita, insieme ad Eugenio Bennato, a Musicanova, gruppo che rielabora la tradizione musicale meridionale alla luce delle nuove sonorità del tempo. 
A Musicanova parteciperanno vari artisti tra i quali il percussionista Tony Esposito, la cantante Teresa De Sio, il sassofonista Robert Fix, i violinisti David Blazer e Pippo Cerciello, il bassista Gigi De Rienzo, il percussionista Alfio Antico, i cantanti Andrea Nerone e Francesco Tiano, il bassista Aldo Mercurio, ai fiati Enzo Avitabile. Una isolata collaborazione la fornirà anche l'ex leader dei Rokes, Shel Shapiro.

Dopo Pino Daniele Napoli perde Carlo D'Angiò: musica in lutto
Immediato il commento addolorato del sindaco Luigi de Magistris: “Attraverso la musica e con assoluta sensibilità Carlo D’Angiò ha rappresentato un ponte tra passato e futuro per l’identità
meridionale e napoletana. Ha raccontato magistralmente il brigantaggio, le Quattro Giornate fino ad immaginare e rendere tangibile una società e una cultura costituita ieri come oggi da tutti i popoli del Mediterraneo. Oggi Napoli piange un artista assoluto. Senza confini. Ciao Carlo”. 
Carlo D'Angiò ha continuato fino all'ultimo a creare, nonostante la malattia, registrando negli ultimi mesi una nuova canzone insieme all'amico Eugenio Bennato. 
D'Angiò aveva inoltre continuato a essere figura fondamentale della tradizione al punto che anche gli Almamegretta – band molto attenta a quello che era successo nella storia della musica tradizionale napoletana – gli avevano chiesto una collaborazione per il loro ultimo album "Ennenne", culminato nel pezzo "Musica popolare". 



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]