Fiorentina orgoglio d'Italia! Dopo il Barcellona batte anche il Chelsea

07 agosto 2015, Andrea De Angelis
Mai come in questo precampionato le prestazioni delle squadre italiane sono state da dimenticare. 

Fiorentina orgoglio d'Italia! Dopo il Barcellona batte anche il Chelsea
La regina è senza dubbio la Sampdoria, già virtualmente fuori dall'Europa League dopo il clamoroso 0-4 subito ai preliminari della competizione europea. Ma anche le altre, dalle milanesi alle romane (la Lazio ha perso tutte le amichevoli), hanno davvero lasciato molto a desiderare. 

C'è però un'eccezione che merita di essere evidenziata, sia perché cosa rara visto il rendimento delle altre, sia perché si tratta di una società che ha cambiato allenatore, ma ben pochi giocatori. E forse il segreto a volte è proprio nella continuità.

Dopo il Barcellona, tocca al Chelsea: prosegue la sempre più sorprendente estate della nuova Fiorentina targata Paulo Sousa che sbanca lo Stamford Bridge centrando un'altra vittoria di prestigio. 

Al di là del successo di misura (1-0 firmato da Gonzalo Rodriguez) è l'atteggiamento complessivo a sorprendere: la qualità della manovra con un'identità già ben precisa. Una squadra che - anche al cospetto dei campioni d'Europa - non rinuncia mai a giocare, e s'impone con personalità in casa dei detentori della Premier League. A Londra la Fiorentina conferma di nutrire legittime ambizioni europee, mirando a centrare quel posto in Champions League inseguito da tanto, troppo tempo. 

Veniamo alla partita. A tre giorni dal debutto in Premier League, José Mourinho schiera molte riserve e dei titolari si vedono soloJohn Terry e Oscar. Non gli è da meno Paulo Sousa, che si affida ad un ampio turn-over, lasciando in panchina l'eroe della gara contro il Barca, Federico Bernardeschi, e l'attesissimo Giuseppe Rossi

Come prevedibile è il Chelsea - chiamato ad onorare la prima casalinga della stagione - a fare la partita: particolarmente ispirato il brasiliano Oscar, per due volte pericoloso su punizione in apertura. Ma è la compagine italiana a sfiorare poco dopo il vantaggio con la traversa colpita da Matias Vecino. Poco dopo la mezz'ora arriva il gol: Begovic devia il tiro di Alonso e sulla ribattuta il più veloce è Gonzalo Rodriguez. Sarà il gol partita.

Nella ripresa Mourinho fa entrare tutti i titolari: vuole evitare alla seconda sconfitta in quattro giorni. Ma sono i viola a sfiorare il raddoppio: prima con Josip Ilicic, quindi con Ante Rebic, sul quale si supera Begovic.

Seguici su Facebook e Twitter
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]