Ad Arona writer travolto da treno merci. Per Codacons una "morte annunciata"

07 agosto 2015, intelligo
Ad Arona writer travolto da treno merci. Per Codacons una 'morte annunciata'
E' successo tutto all'alba in un attimo alla stazione di Arona, sul lago Maggiore, in provincia di Novara. 

Edoardo Baccin, 20 anni, non si sarebbe accorto dell'arrivo di un treno merci ed è morto travolto nell'atto di dipingere un convoglio. 

Dalle prime informazioni pare che il giovane non si sia accorto di nulla, forse aveva le cuffiette? Solo le indagini accerteranno la dinamica. 

Gli amici hanno dato l'allarme e chiamato i Carabinieri. Ma purtroppo un'altro giovane vittima è morto per una tragedia che ha dell'incredibile.

Pare che con gli amici si recasse spesso nelle stazioni della zona per le sue creazioni, e ora proprio loro chiedono: "Non chiamatelo vandalo, era un bravissimo ragazzo". 

Oggi a Somma Lombardo è lutto: 18 mila anime in provincia di Varese, al confine tra Lombardia e Piemonte, sono in pena per la sua famiglia, conosciuta in quanto il padre era un ex corridore di ciclismo e negli anni Novanta è stato tecnico del Comitato regionale lombardo.

I treni hanno ripreso a circolare dopo che diversi di loro hanno subito 50 minuti di ritardo e altri quattro sono stati cancellati.

Ma è il Codacons a gettare benzina sul fuoco: Per l'associazione si tratta di "una morte annunciata". 

"Da tempo -denuncia - c'è l’invasione in Italia di graffiti e altri disegni realizzati dai writer che appaiono in qualsiasi punto delle città, anche in zone a forte rischio per l’incolumità degli stessi disegnatori".

Poi la proposta: "Allestire apposite aree nelle città dedicate ai disegni dei write".

(m.m.)
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]