Coldiretti sull'embargo della Russia conta le perdite Ue sull'export

07 agosto 2015, Luca Lippi
Coldiretti sull'embargo della Russia conta le perdite Ue sull'export
Le sanzioni alla Russia non sono state ritirate e Putin ha ordinato un altro anno di divieto di importazione di prodotti alimentari.

Il blocco prevede una lista di prodotti come carne di manzo, carne suina e avicola, frutta e verdura, latte e formaggi dai Paesi dell'Ue, dagli Usa, ma anche da Australia, Canada e Norvegia. I prodotti italiani più colpiti sono stati la frutta fresca, i lattiero caseari ed i formaggi e la carne ed ai suoi derivati ma tra questi a soffrire sono molti specialità alimentari come il Parmigiano reggiano e il Grana Padano che - stima la Coldiretti contano in media perdite dirette per le mancate esportazioni di 15 milioni di euro nell’arco dell’anno. 

L’embargo sui prodotti alimentari da parte della Russia è costato all’Italia circa 240 milioni di euro in un anno solo di mancato export nei prodotti agroalimentari Made in Italy direttamente colpiti, ma le perdite sono nettamente maggiori se si considerano gli effetti indiretti che riguardano altri prodotti ed altri settori.

Coldiretti sottolinea anche ulteriori danni indiretti come una situazione di eccesso di offerta sul mercato europeo con ricadute negative sui prezzi riconosciuti agli agricoltori. Di contro si è sviluppato e perfezionato un settore (quello della contraffazione) che ha fatto emergere un mercato di imitazione del Made in Italy in Russia cresciuto solo nel primo quadrimestre 2015 del 30%.

Sempre Coldiretti rileva l’insufficienza dei provvedimenti a sostegno da parte della UE che sono spesso tardivi oltreché insufficienti, una questione di burocrazia e forse di scarso interesse visto che l’embargo colpisce direttamente l’Europa del sud.

Ciliegina sulla torta, dopo le raccolte fondi solidali per il terremoto in Emilia oggi nessuno si occupa della perdita diretta del consorzio Parmigiano reggiano e Grana Padano che (stima Coldiretti) contano in media perdite dirette per le mancate esportazioni di 15 milioni di euro nell’arco dell’anno.

Non ci saranno più guerre, ma le conseguenze si. 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]