Stipendi d’oro e vitalizi: Grillo attacca la real-Boldrini. Lei: falso

07 agosto 2015, intelligo
Stipendi d’oro e vitalizi: Grillo attacca la real-Boldrini. Lei: falso
L’affondo viaggia su Twitter. 

Beppe Grillo va all’assalto del presidente della Camera Laura Boldrini e il tema è quello dell’abolizione del tetto agli “stipendi d'oro” dei dipendenti stabilito l’ultimo giorno prima della pausa estiva dalla Commissione giurisdizionale interna. 

“Boldrini reginetta della casta e dei vitalizi d'oro”, scrive su Twitter il leader del M5S linkando a un post pubblicato sul suo blog nel quale i deputati pentastellati denunciano: “Con un atto d'imperio, assolutamente privo di fondamento, la presidente Boldrini ha dichiarato inammissibile l’ordine del giorno del M5S al bilancio di Montecitorio per abolire i vitalizi. Per l'ennesima volta questa istituzione dimostra la propria incapacità di riformarsi”.

La replica della presidente di Montecitorio non si è fatta attendere. “Non è vero. L’Ufficio di presidenza, all'unanimità, ha subito fatto appello contro la decisione della Commissione giurisdizionale di primo grado di Montecitorio, cioè l'organo interno addetto ai ricorsi del personale, che aveva giudicato illegittimi i cosiddetti sottotettì, cioè le soglie massime di compenso annuale per le categorie diverse dai consiglieri parlamentari”. Boldrini aggiunge che “la sentenza sarà presto riesaminata. Resto convinta sostenitrice dei tagli e dei risparmi portati avanti in questa legislatura e continuerò a battermi affinchè la linea della sobrietà prevalga”. 

Seguici su Facebook e Twitter

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]