Ambasciatore in cella per "giochi" coi minori. La Farnesina lo sospende

07 aprile 2014 ore 17:09, intelligo
Ambasciatore in cella per 'giochi' coi minori. La Farnesina lo sospende
Sospeso dalla Farnesina e in carcere con un’accusa pesante. Daniele Bosio, ambasciatore in Turkmenistan, da oggi è un detenuto come gli altri a Binan, 39 chilometri da Manila. E’ stato arrestato nelle Filippine per violazione della legge a tutela dei minori. Fermo convalidato, immediata la sospensione dalle sue funzioni diplomatiche assunta dal ministero degli Esteri.
La storia sta nella denuncia di Catherine Scerri, una delle due attiviste della Bahay Tuluyan Foundation che ha segnalato il diplomatico italiano alle autorità filippine. La Scerri riferisce le circostanze che l’hanno portata a presentare la denuncia: “Aveva offerto del denaro ai bambini”. Sarebbero stati gli stessi bambini trovati con Bosio, inoltre, a raccontare a lei e alla collega di “essere stati portati nel suo appartamento, dove aveva fatto la doccia insieme a loro” e che “i bambini erano nudi”. Scerri aggiunge altri particolari: “Lo abbiamo visto nel resort e ci siamo subito allarmate, perchè era un uomo straniero, con tre bambini filippini, che chiaramente non avevano alcuna relazione con lui”. Così è scattata la denuncia.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]