Non serve la dieta vegana, uova e pollame salveranno il pianeta

07 aprile 2015, intelligo
Non serve la dieta vegana, uova e pollame salveranno il pianeta
Salvare il pianeta, combattere i cambiamenti climatici, senza bisogno di diventare vegani. E’ l’indicazione, per certi aspetti “controcorrente” rispetto ai trend alimentari che paiono consolidati, in arrivo dagli studiosi della Chalmers University of Technology. 

La novità è questa: per sostituire la carne di manzo nel piatto, non c’è bisogno di ricorrere esclusivamente alla verdura o implementare l'uso dei latticini; basta inserire nel menù giornaliero uova e pollame. Per gli studiosi, infatti, una dieta incentrata su proteine derivate dal pollame, rappresenta un modo efficace per combattere i cambiamenti climatici e per ridurre l’impatto dell’uomo sul clima. 

Lo studio evidenzia come i bovini possono contribuire ai mutamenti del clima sia per il metano che rilasciano ma anche per il ricorso dell’uomo al disboscamenti di boschi e foreste per far spazio ai pascoli. Oltre alla riduzione del consumo della carne di manzo, gli studiosi consigliano anche quella di latte e formaggi. C’è di più: dalle ricerche condotte, pare che anche la dieta vegana non reggerebbe il confronto con l’uso di proteine contenute nelle uova e nella carne di pollo. 

Il titolare dello studio, David Bryngelsson, ricercatore all'università di Goterborg non ha dubbi: “Le persone con una dieta LCHF (Low carb, High fat), molto ricca di proteine, che si basa sul consumo di pollo forniscono all'ambiente un contributo maggiore di quello dei vegetariani, che consumano una grande quantità di prodotti caseari”. E anche se la dieta vegana rispetto ad altre mantiene alti i livelli di rispetto dell’ambiente, quello che fa la differenza, per gli studiosi svedesi, è proprio la riduzione del consumo di prodotti derivanti dalla filiera bovina. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]