Sicilia, altra tragedia sfiorata: 314 migranti salvi grazie alla Guardia Costiera

07 aprile 2016 ore 10:05, Andrea Barcariol
Ancora una tragedia sfiorata nel Canale di Sicilia. La Guardia costiera ha caricato a bordo diverse unità centinaia di migranti in difficoltà soccorrendo un barcone. Secondo le prime notizie si tratterebbe di siriani, eritrei, somali, etiopi, palestinesi e delle Comore (per un totale di 314 migranti) che erano partiti dall'Egitto. Il convoglio delle unità della Guardia costiera con a bordo i migranti arriverà in giornata a Crotone. La Capitaneria, allertata da una richiesta di aiuto partita da un telefono satellitare e giunta ieri pomeriggio alla Centrale Operativa, ha inviato immediatamente sul posto una motovedetta individuando il natante, mentre un aereo spagnolo del dispositivo Frontex ha provveduto a sorvolare la zona in attesa che giungessero due unità della Guardia Costiera, due motovedette partite da Roccella Jonica (nel reggino) e da Siracusa. I migranti sono stati poi trasbordati sulla nave Dattilo (la CP940) a bordo della quale stanno facendo rotta verso Crotone.

Sicilia, altra tragedia sfiorata: 314 migranti salvi grazie alla Guardia Costiera
I migranti sbarcati in Italia nel 2015 sono stati 153.842, rispetto ai 170.100 del 2014. Ad arrivare sulle nostre coste sono soprattutto persone provenienti dall'Africa. Stando ai numeri finali del Viminale, restano in testa i flussi dall’Eritrea (38.612), seguiti da Nigeria (21.886), Somalia (12.176), Sudan (8.909), Gambia (8.123), Siria (7.444), Mali (5.752), Senegal (5.751), Bangladesh (5.039) e Marocco (4.486). I primi tre porti d’arrivo sono sempre quelli di Lampedusa, Augusta e Reggio Calabria. La rete in Italia è gestita dal ministero dell’Interno e si articola in: 14 centri di accoglienza (Cpsa, Cda, Cara), 5 centri di identificazione ed espulsione (Cie), 1.861 strutture temporanee, 430 progetti del Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati. Tra le regioni, a fare la parte del padrone è sempre la Lombardia con oltre 13mila presenze, seguono Sicilia (12mila), Lazio (oltre 8mila), Campania, Piemonte e Veneto. In fondo alla coda restano a fine anno Molise, Basilicata e Valle d’Aosta


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]