Champions, sorpresa Wolfsburg: Real ko! Spalletti aveva ragione

07 aprile 2016 ore 10:33, Andrea De Angelis
Maledizione. Questo avranno pensato i tifosi della Juventus nel vedere i quarti di finale di una Champions raramente così brutta. Non sono mancati i gol, certo, ma le prestazioni di un certo tipo sì. Lo avranno pensato anche quelli della Roma, perché questo Real Madrid è davvero uno dei meno forti degli ultimi anni. Dunque lo si poteva battere, del resto il centrocampo giallorosso non ha nulla da invidiare a quello degli spagnoli (non a caso Pjanic e Nainggolan sono corteggiatissimi in Europa). 

Quanto accaduto ieri in Germania ha per certi versi dell'incredibile. Siamo stati smentiti anche noi: una volta letto il sorteggio dei quarti di finale ci eravamo lasciati andare a un pronostico forse fin troppo facile che incoronava tra le altre proprio il Real Madrid. 
I tedeschi, certo, non sono gli ultimi arrivati. Anzi con il risultato di ieri hanno mantenuto l'imbattibilità casalinga, ma in pochi potevano pensare in un secco 2-0 ai danni degli uomini di Zidane. Il quale sicuramente ha avuto poco tempo per lavorare con la rosa dopo l'addio di Benitez, ma a cui era richiesto come minimo l'arrivo tra le prime quattro d'Europa. Dopo il risultato di ieri l'impresa appare ardua: in Spagna serviranno tre goal, ma soprattutto la porta dovrà restare inviolata. 
Champions, sorpresa Wolfsburg: Real ko! Spalletti aveva ragione
Chi ha seguito la gara però ha capito che il problema è soprattutto psicologico. Fino al vantaggio dei tedeschi in campo c'erano stati solo gli ospiti, in goal già dopo due minuti con il solito Cristiano Ronaldo. Rete però annullata per fuorigioco. Ancora una nitida occasione per Benzema, poi il calcio di rigore trasformato da Rodriguez al minuto numero 16 che cambia tutta la gara. Gli spagnoli sbandano, dopo neanche dieci minuti i padroni di casa ottengono il raddoppio. Ancora occasioni da una parte e dall'altra fino all'intervallo, mentre nella ripresa a farla da padrona sarà la difesa del Wolfsburg.

Un risultato quello di ieri che riporta alla mente le parole di Luciano Spalletti pronunciate prima degli ottavi di finale, quando la Roma affrontò proprio Cristiano Ronaldo e compagni. "Bisogna osare, questo Real si può battere", disse. E ancora: "Abbiamo il 50% di possibilità di passare il turno". Andò male, ma non aveva tutti i torti. 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]