DGA: vince Iñarritu con "Revenant" e poi la butta in politica

07 febbraio 2016 ore 13:53, Adriano Scianca
DGA: vince Iñarritu con 'Revenant' e poi la butta in politica
Forse Leonardo Di Caprio mancherà ancora una volta l'appuntamento con l'Oscar per la sua interpretazione in “Revenant”, ma nel frattempo il regista della pellicola, il messicano Alejandro González Iñarritu ha trionfato nella 68esima edizione del “Directors Guild of America Award”, cioè la premiazione assegnata annualmente dal sindacato dei registi statunitensi (Dga). Anche l’anno scorso il riconoscimento era andato a Iñarritu, allora per il suo “Birdman”. Il regista ha invitato sul palco tutta la sua squadra per ricevere il premio. Iñarritu si era imposto all'attenzione del grande pubblico con il film del 2000 “Amores Perros”, particolare storia di amori e di cani sullo sfondo della società messicana. Il successo è proseguito con “21 grammi” e con tutte le pellicole successive, come “Babel” (2006), “Biutiful” (2010) e appunto “Birdman” (2014), prima di Revenant”. 

Nel suo discorso, il regista non ha mancato di “buttarla in politica”: “Quando sono arrivato qui come nominato, c’erano oltre 120 messicani in cucina che servivano cibo e questa è la miglior festa che ho avuto. Viva il Messico. Questa non è per niente la gente che Donald Trump ha descritto, lasciatemi che lo dica. Questo abbraccio va a tutta la comunità dell’America Latina. La vostra accoglienza mi fa sentire orgoglioso e felice”, ha affermato dal palco, ringraziando la sua famiglia e ricordando in modo particolare il padre, che è morto: “Mio padre è morto e penso che si sia dato un gran da fare dove si trova affinché questo accadesse. Mi manca molto. Sono davvero onorato ed entusiasta e non riesco a credere che stia accadendo ora. Leo ti voglio molto bene”. 

“Revenant” ha ricevuto 12 nomination all'Oscat e a gennaio ha già ricevuto tre Golden Globe come miglior pellicola drammatica, miglior regista e miglior attore per Leonardo DiCaprio. Per quanto riguarda le altre categorie, Alex Garland ha ricevuto il premio come miglior regista esordiente per il suo thriller fantascientifico “Ex Machina”, film candidato a due Oscar (Miglior sceneggiatura originale e Migliori effetti speciali), mentre la categoria documentario è andata a Matthew Heineman con il suo “Cartel Land”, anche questo lungometraggio in lizza per gli Oscar come miglior documentario.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]