Cosa sta succedendo ai mercati... spiegato a un bambino

07 gennaio 2015, intelligo
Cosa sta succedendo ai mercati... spiegato a un bambino
di Gianfranco Librandi
Non è utile entrare nei tecnicismi per spiegare lo storno dei Mercati statunitensi in chiusura, è tuttavia utile dissentire tecnicamente sulle cause addotte dalla stampa ufficiale, che dichiara “colpevole” dello storno il calo del prezzo del petrolio e la situazione politica greca. Il vero motivo dello storno è sì il petrolio, ma soprattutto la Germania e non la Grecia. In Grecia non solo non è accaduto nulla, ma arrivano deboli segnali di pacificazione dopo la caduta del “mantra” della sinistra estrema dell’uscita dall’euro. A questo dobbiamo anche aggiungere il lieve calo di consensi a Syriza. Su tutto questo, invece, entra a gamba tesa la Germania che si comporta come se in Grecia fosse decisa già l’uscita dall’eurozona. Questo ha causato l’ondata di vendite. Ci si mette anche “Pierino”, il presidente francese Hollande che risponde all’irreversibilità della moneta unica, dichiarata dalla Bce con un inopportuno “la Grecia è libera di scegliere se rimanere o non rimanere nell’eurozona”. Insomma, l’Europa ha dato il peggio di se stessa, sta perdendo il controllo della situazione, i Mercati del vecchio Continente inanellano performance da record negativo e Wall Street non può fare altro che accodarsi. In conclusione, ricordiamo sempre che il Mercato bada alla stabilizzazione delle situazioni, al controllo. Quando intravede “sbandamento” o “contraddizione” o, peggio ancora “stato confusionale” si spaventa e scende dalla macchina guidata dall’ubriaco.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]