Twitter abbatte il muro dei 140 caratteri: ma così non diventa come Facebook?

07 gennaio 2016 ore 12:13, Americo Mascarucci
La notizia non ha ancora trovato conferme ufficiali ma pare che ormai sia quasi certo che Twitter subirà una profonda trasformazione. Una rivoluzione che si concretizzerà con la possibilità di scrivere fino a 10mila caratteri in un twett superando così il limite dei 140 finora imposto. Una rivoluzione che di fatto andrà a scardinare la caratteristica principale di Twitter, quella che fino ad oggi si può dire ha fatto più di altre la differenza dai social, ossia la sintesi del linguaggio e la brevità dei messaggi. 
Per questo Twitter è stato preferito ad esempio a Facebook dagli operatori dell'informazione e dai politici che spesso hanno utilizzato questa piattaforma per lanciare notizie e messaggi. Ecco quindi che la notizia dell'abbattimento del limite dei 140 caratteri non è stata accolta positivamente da numerosi utenti, ragione forse che è alla base della mancata ufficializzazione di questo progetto. 
Tuttavia che il superamento dei 140 caratteri sia un progetto in cantiere sembra confermarlo anche il ceo di Twitter Jack Dorsey che ha tentato di spiegare il perché di questa scelta. Riconoscendo la bellezza del limite dei 140 caratteri che permette di rendere i tweet sempre più creativi, ha nel contempo evidenziato come sempre di più gli iscritti utilizzino servizi terzi per pubblicare messaggi più lunghi. 
Twitter abbatte il muro dei 140 caratteri: ma così non diventa come Facebook?
Una trasformazione che tuttavia non dovrebbe incidere sull’aspetto grafico. Gli utenti infatti sulla loro home page, visualizzeranno i consueti 140 caratteri ma, cliccando sul tweet stesso, potranno visualizzare il resto del messaggio per intero. 
Va detto che Twitter nel 2015 ha conseguito risultati negativi in termini economici, ragione che avrebbe spinto Jack Dorsey a rivedere l’intera impostazione del social. Tante le modifiche che sarebbero in fase di studio per rendere sempre più appetibile il prodotto agli utenti e l’aumento dei caratteri sarebbe dunque soltanto il primo di una lunga serie di processi innovativi da realizzare durante tutto il 2016. 
Twitter dunque sempre più simile a Facebook? Un'arma a doppio taglio tuttavia che potrebbe rivelarsi ancora più deleteria per Twitter finora costantemente battuto nella sfida con il principale avversario. E' pur vero però che nel 2015 Twitter ha raggiunto 300milioni di utenti molti dei quali come detto hanno scelto il social di Dorsey proprio per le sue specificità. Il rischio concreto dunque è quello di perdere parte degli utenti conquistati nel tentativo legittimo ed in parte doveroso di arruolarne di nuovi. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]