Sessualità dei giovani, Donatella Mansi: “Cos'è Teen STAR e il corso per nuovi formatori"

07 giugno 2016 ore 12:51, intelligo
di Luciana Palmacci 

Conoscendosi i giovani scoprono di non poter separare la corporeità dal desiderio più profondo di amare ed essere amati” questo il fine ultimo del programma messo in atto da Teen STAR e dei suoi corsi che da trent'anni aiuta i giovani a prendere consapevolezza della propria sessualità e affettività. A IntelligoNews, alla vigilia del corso indetto a Roma dal 16 al 19 giugno, ne ha parlato il presidente Donatella Mansi spiegando l’importanza di informare, educare e seguire in un percorso i giovani affinché scoprano realmente chi sono. 
Sessualità dei giovani, Donatella Mansi: “Cos'è Teen STAR e il corso per nuovi formatori'

Che cos'è Teen STAR, perché questo nome? 
È un programma di educazione sessuale internazionale ed è presente in Italia dal 2004. Lo specifico del programma è l’accompagnamento dei giovani alla scoperta della sessualità, prima di tutto da un punto di vista biologico, perché le situazioni alle quali assistiamo oggi sui media come gravidanze tra gli adolescenti, rispettive conseguenze, malattie a trasmissione sessuale e l’incertezza sulla propria identità determinano delle crisi che derivano soprattutto dal fatto che i giovani non si conoscono. Il nome deriva da ‘Teen’ che sta per adolescente in inglese, mentre ‘STAR’ è l’acronimo tradotto in italiano di ‘sessualità vissuta in un contesto adulto’. 

Come mai questo corso? Perché è un percorso per l’educazione affettiva e sessuale? 
L’esperienza trentennale di Teen STAR, iniziato negli anni ’80 negli Stati Uniti e le ricerche fatte, dimostrano che i ragazzi hanno bisogno di scoprire innanzitutto come sono fatti. La scoperta della loro sessualità e come questa sia legata alla salute dell’uomo come della donna, li mette nella condizione di proteggersi, di conoscersi e di non fare uso del proprio corpo senza pensare alle conseguenze. Questo permette anche un accompagnamento dei ragazzi nel tempo, perché a nostro parere il solo insegnamento, magari concentrato in poche ore, di cosa sono i metodi contraccettivi e del loro uso, non consente ai ragazzi di scoprire la loro profonda bellezza e il valore della sessualità, intesa come elemento che fa parte di tutta la loro persona. Oggi i ragazzi ricevono costantemente informazioni su modelli relazionali e sessuali che subiscono acriticamente, quando ancora non hanno raggiunto la maturità per poter scegliere responsabilmente i propri comportamenti. Anche da questo consegue la diffusione delle gravidanze indesiderate e   delle malattie sessualmente trasmesse, non solo dell'aids ma anche delle altre. Dunque se vengono accompagnati, e noi lo stiamo vedendo da tutti i risultati che stiamo avendo anche in Italia, i ragazzi, conoscendosi, scoprono che non possono più separare la corporeità dal desiderio più profondo che hanno di amare e di essere amati. Giungono alla consapevolezza che non possono utilizzare il proprio corpo senza che questo corrisponda al bisogno di autentiche relazioni. Inizia così il cambiamento visto soprattutto dai genitori, che ci dicono “cosa avete fatto a mio figlio che è diventato saggio” oppure “mia figlia era anoressica, piena di piercing e tatuaggi, adesso mi dice mamma io non sapevo di essere unica al mondo”. Sul nostro sito, nella sezione ‘cosa pensano i ragazzi di Teen Star’, sono raccolte proprio alcune di queste frasi riportate dai questionari finali che proponiamo ai ragazzi. 

Perché il Ministero della Salute vi ha concesso il logo coniato per la Giornata della Salute della Donna? 
I nostri corsi, in particolare questo di Roma per il quale abbiamo chiesto l’utilizzo del logo, sono funzionali a un discorso educativo. Per cui parlare di gravidanze tra gli adolescenti e di malattie a trasmissione sessuale in un contesto educativo e relazionale ha fatto sì che il ministero ne riconoscesse la validità scientifica. Inoltre lavoriamo anche con l’Università Cattolica di Milano e col Centro di Ateneo Studi e Ricerca per la Famiglia.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]