Berlusconi "diffidato"

07 luglio 2014 ore 17:47, Orietta Giorgio
Berlusconi 'diffidato'
“Cartellino giallo per Silvio Berlusconi”. L’ex premier  ha ricevuto una diffida dal suo giudice di Sorveglianza. Le parole usate nei confronti della magistratura, durante la sua testimonianza nel processo a carico di Valter Lavitola sulla vicenda degli appalti a Panama, sono state ritenute offensive. Ecco i termini utilizzati da Berlusconi a Napoli, durante il processo: “La magistratura è incontrollata, incontrollabile, irresponsabile e ha l'impunità piena”. Il giudice del Tribunale di Sorveglianza di Milano, Beatrice Crosti  ha deciso di convocarlo al settimo piano del Palazzo di Giustizia per un “richiamo” per fare in modo che “non si ripeta più”. Berlusconi, con le sue parole, ha violato la prescrizione del provvedimento con cui lo scorso 15 aprile gli è stata concesso l’affidamento in prova, gli era stato vietato, come aveva anche chiesto il sostituto pg Antonio Lamanna, di offendere l’intero ordine giudiziario. La diffida avrà quindi un peso nella valutazione finale, potrebbe essere revocata la misura alternativa al carcere, qualora arrivino altre diffide, e anche la concessione della libertà anticipata di 45 giorni dopo i primi sei mesi. Dal canto suo l'ex capo del Governo ha chiesto "scusa" per quanto ha detto, assicurando che non si ripeterà più.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]