Il padre della Winehouse contro "Amy" lancia il suo film verità

07 luglio 2015, Andrea Barcariol
Il padre della Winehouse contro 'Amy' lancia il suo film verità
In arrivo un nuovo film sulla Winehouse. Dopo l’uscita a Cannes lo scorso maggio di “Amy” (arriverà nelle sale italiane a settembre), il documentario diretto da Asif Kapadia che scatenò l'ira della famiglia della cantante scomparsa nel 2011 a soli ventisette anni.

A realizzarlo saranno il padre e l’ex fidanzato dell’artista britannica, per "dire la verità". "Non è vero che abbiamo lasciato Amy per la sua strada negli ultimi tre anni della sua esistenza. Lo ritengo un insulto a tutta la famiglia". - ha spiegato Mitch Winehouse che vuole rimediare agli sbagli e alle omissioni secondo lui contenute nel film.

A far infuriare i familiari della Winehouse è stato soprattutto lo “scandaloso” spazio concesso a Blake Fielder-Civil, l’ex marito dell’interprete londinese, da cui divorziò nel 2009: «Mi accusa di essere il primo responsabile per la morte di Amy, quando è stato lui a iniziarla all’uso di crack ed eroina. Se emergesse la verità sul suo conto, Blake potrebbe nemmeno più girare per strada», aveva detto qualche mese fa al “Sun” il signor Mitch, che poi ha rincarato la dose: «Ho detto loro detto che sono una disgrazia e che si sarebbero dovuti vergognare per quello che hanno fatto. Avevano l'opportunità di fare un film grandioso ed invece sono venuti fuori con questo» e deciso di offrire al pubblico la sua versione dei fatti sulla vita e la morte della figlia.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]