Dieci anni dopo Londra ricorda le 52 vittime dell'attacco terroristico

07 luglio 2015, intelligo
Il 7 luglio 2005, alle 08:50, tre islamisti britannici fecero esplodere le loro bombe nel giro di 50 secondi in tre treni della metropolitana e alle 9:47, un quarto terrorista ha fatto detonare un ordigno in un autobus.

Dieci anni dopo Londra ricorda le 52 vittime dell'attacco terroristico
L'attacco si concluse con la morte di 52 persone; altre 700 rimasero ferite.

A rivendicare l'operazione terroristica Mohammed Sidique Khan, un britannico di origine pachistana, che intendeva "vendicare" i suoi "fratelli e sorelle musulmani", vittime di "atrocità".

Oggi a Londra saranno numerose le cerimonie commemorative alle quali parteciperanno, oltre ai parenti delle vittime, anche numerosi politici.

"Dieci anni dopo gli attentati di Londra, la minaccia terroristica continua ad essere reale e mortale, e l'uccisione di 30 britannici innocenti che si trovavano in vacanza in Tunisia ne rappresenta un brutale ricordo", ha detto il primo ministro britannico David Cameron. "Ma mai ci ritireremo davanti al terrorismo", ha aggiunto il premier che ha deposto una corona di fiori al memoriale del 7 luglio a Hyde Park e poi si è unito alla messa alla cattedrale di St Paul.

Presente, tra gli altri, anche il principe William.

Il capo dell'Mi5, Andrew Parker, citato dal Daily Mail, ha sottolineato che la minaccia non viene dagli islamici, ma solo da "una piccola minoranza" di essi.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]