Alleanza 2.0 tra Volkswagen e LG: l'auto del futuro è connessa e smart

07 luglio 2016 ore 20:59, Andrea Barcariol
La Volkswagen volta pagina. Messo ormai in archivio (con grandi perdite) lo scandalo Diesel-gate, la casa d'auto tedesca ha siglato una partnership strategica con la compagnia tech sudcoreana LG Electronics, per lo sviluppo dell'auto "connessa" di nuova generazione. Tra le due società era in piedi una collaborazione già da qualche anno, culminata nel 2015 con la presentazione della nuova concept car Gea di Italdesign Giugiaro, contenente una serie di optional high tech: smartwatch connesso, display olografico. Anche la controllata spagnola Seat quest'anno ha stretto una collaborazione con la rivale Samsung, con l'aiuto anche della software house tedesca Sap e di Accenture, per una serie di servizi innovativi. La partnership punta a innovare il concettto di auto attraverso la tecnologia Cloud e sull'Internet of Things (IoT) per offrire servizi intelligenti e tagliati su misura. Una sorta di vettura 2.0, il cui obiettivo principale sarà realizzare il progetto smart home ed offrire ai conducenti un accesso digitale a tutto tondo.

Alleanza 2.0 tra Volkswagen e LG: l'auto del futuro è connessa e smart
La strategia del Ceo Matthias Müller prevede la trasformazione della Volkswagen in un'azienda digitale a tutto tondo: una delle ultime mosse è la partnership con Gett, l'app per chiamare i taxi con cui il Gruppo svilupperà le flotte autonome. L'accordo con LG, invece, punta sull'auto intelligente e ipertecnologica al servizio dei conducenti: oltre a studiare la prossima generazione di infotainment, i tecnici tedeschi e coreani si dedicheranno all'integrazione dei sistemi di bordo con i dispositivi delle smart home, abilitando il controllo a distanza di sistemi di sicurezza, luci, condizionatori e così via.
"Utilizzando la più avanzata tecnologia cloud offrirà ai conducenti un accesso digitale continuo a molte funzioni, come i servizi smart home e quelli basati sulla localizzazione" - ha spiegato in una nota il Gruppo Volkswagen dopo aver firmato il protocollo d'intesa con LG Electronics.
Nel 2015 lo scandalo delle emissioni truccate ha affossato i conti del gruppo Volkswagen. A causa dei 6,7 miliardi di accantonamenti disposti per far fronte alle conseguenze della frode, la casa di Wolfsburg ha chiuso l'anno con una perdita netta di 1,67 miliardi di euro, contro l’utile di quasi 3 miliardi dello stesso periodo del 2014.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]