Fermo, Rizzo (PC): “E’ un episodio fascista e non solo un fatto di razzismo"

07 luglio 2016 ore 16:54, Lucia Bigozzi
“La bagarre al Senato? Tranquilli, non succede niente, tutto finto…La vicenda di Fermo, invece, non è solo razzismo ma è un atto vigliacco contro un uomo che difende la moglie”. Marco Rizzo, leader del Partito Comunista, legge in controluce l’uccisione del nigeriano e nella conversazione con Intelligonews, punta l’indice contro “l’esercito industriale di riserva voluto dall’Ue e dalle grandi banche voluto per abbattere i lavoratori autoctoni” da un lato e dall’altro contro “i fascismi e il nazismo che sono sempre state ‘armi’ del capitalismo che quando non ha più saputo gestire lo scontro sociale si è servito di loro”.

Come valuta la bagarre al Senato e i fischi contro Giovanardi e Centinaio? Il capogruppo della Lega condanna il razzismo ma invita a fare un’analisi completa. 

"Quello che succede in Senato, essendo stato per anni in Parlamento, so che è finto. E’ come quando uno vuole picchiare e dice “tenetemi…”, tanto ci sono i commessi… non succede mai niente. E’ tutto finto, non corri alcun rischio. Non si spaventi la gente, non succede niente. Invece la vicenda di Fermo è odiosa, non solo è un fatto di razzismo ma c’è anche l’elemento di un uomo che difende sua moglie dagli insulti mi pare di una o più persone, c’è chi – leggendo i giornali - parla addirittura di un banda. E’ un episodio fascista. E’ l’idea di un’azione vigliacca perché qualunque uomo difende la propria donna". 

Fermo, Rizzo (PC): “E’ un episodio fascista e non solo un fatto di razzismo'
C’è chi sostiene che vicende come quella di Fermo portino al rischio di scatenare “bombe sociali”. E’ così?

"Certamente c’è un problema che individuo in quello che definisco da sempre l’esercito industriale di riserva voluto dall’Ue e dalle grandi banche per abbattere i lavoratori autoctoni. L’unica grande formula per evitare questo da una parte e la xenofobia e il razzismo dall’altra, è quella dello stabilire un giusto salario per ogni mansione. Se tu hai la possibilità di fare un lavoro, avere un salario, ma sai che c’è un altro che lo può fare alla metà della metà di quello che hai tu, diventi razzista. Questo, invece, è un episodio ben diverso: questo è un atto vigliacco".

Di chi è la colpa? E’ colpa della politica populista o della politica buonista, oppure la globalizzazione porta in sé anche questi fenomeni, posto che sono atti compiuti da sconsiderati? 

"Il nazismo, il fascismo sono sempre state ‘armi’ del capitalismo che quando non ha più saputo gestire lo scontro sociale si è servito di loro. La matrice sociale dei fascismi è sempre stata uno specchietto per allodole, perché poi sia Hitler nella notte dei lunghi coltelli quando sceglie l’esercito con industriali e banche uccidendo il capo delle squadre d’assalto Ernst Rohm, oppure Mussolini che fa il mangiapreti ma poi fa l’accordo con gli agrari, i latifondisti e fa i Patti Lateranensi, dimostrano che la matrice sociale dei fascismi e del nazismo è solo fumo negli occhi. La realtà è che i fascismi e il nazismo sono sempre collegati al grande capitale. Quindi l’anticapitalismo dell’estrema destra è solo di facciata, è  finto". 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]