Centristi e centrali, pasti e rimpasti. Le grandi manovre dell’Udc

07 maggio 2013 ore 13:05, Domenico Naso
Centristi e centrali, pasti e rimpasti. Le grandi manovre dell’Udc
L’Udc, uscita malconcia dalle urne a febbraio, mantiene comunque una sorprendente centralità sullo scacchiere politico.
Pierferdinando Casini sembra ormai certo di occupare la poltrona di presidente della commissione Esteri al Senato, e il nuovo presidente del gruppo di Scelta Civica a Palazzo Madama dovrebbe essere Gianluca Susta, con l’uddicino Antonio De Poli come vice. In Campania, intanto, si prepara un minirimpasto in giunta regionale. L’assessore Taglialatela dovrà dimettersi, in quanto parlamentare, e al suo posto subentrerà Martusciello (Pdl), con Fratelli d’Italia che rimarrebbe con un solo rappresentante nella giunta Caldoro. Ma anche dalle parti di Napoli, i casiniani non stanno a guardare. Si va verso la nomina di un vicepresidente regionale dell’Udc.
autore / Domenico Naso
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]